ISTANTANEE- Fernanda Ferraresso: Quasi un quadrato o un quadro dentro cui “Lo sgranare dei giorni”

luigi serafini- codex seraphinianus

.

Sembra un piccolo ring, dove fare quadrato alla spigolatura dei colori con cui la vita tratteggia con punti mai fermi i nostri istanti. Tanti e tanti punti, piccoli grani di sabbia che svuotano la clessidra del presente riempiendo ampolle di passato. A volte i grani rossissimi appartengono al corpo di un melograno, di cui ci siamo cibati,  per questo ne ridisegniamo il vuoto, per continuare a cibarcene.  Di fatto, penso, fino alla fine questa continua accensione di rossi, fuochi, consente a noi di comporre il nostro libro di attimi, fino a misurarli in giorni , che si radicano così profondamente in noi da non poter vivere senza nemmeno la cenere di tutto quanto è stato, ma continua a bruciare, lento, il nostro tempo presente. Non è certo un libro di giovinezza, nel senso che quanto si illumina nel ricordo è vissuto e guardato dalla finestra dell’ora. Niente ritocchi. E’ una raccolta di luoghi, questa, collegati fra di loro sulla base di una prospettiva amorosa. Come tale, l’opera non ha bisogno di commenti, in quanto l’amore, che dipinge questi paesi, questi territori che a volte sembrano silenti, non è accessoria,  ma una vocazione, che si fa messaggio di una realtà dell’esperienza dell’autrice e l’origine di riflessioni diverse in chi, per questi stessi luoghi, si è trovato ad attraversare se stesso.
Come ogni vissuto, alla pari di ogni amore, si fa e poi si disfa l’intero delle storie, fino a costruirne un interno, dove il complesso dei sentimenti ne forma la trama, quella stessa della vicenda umana, il fuoco dentro cui ancora si accende la parola, individuale e profondamente nostro, canto interiore. I sentimenti sono i sentieri con cui percorrere le circostanze che, pur esprimendosi ora direttamente, ora come pensieri che sembrano isolati, creano il quartiere di un tempo che non ha bisogno di sostegno, mentre ancora ci brucia il cuore.

Il librino, il formato è tascabile, pubblicato in proprio, Lo sgranare dei giorni, ad opera di Anna Bellini, con prefazione di Paola Gherardi e veste grafica di Flavia Lunardi, che ha scelto le immagini a corredo, contiene, sin dalla copertina, memorie del Codex Seraphinianus, di Luigi Serafinicaratterizzato da una lunga serie di metamorfosi grafiche molto curiose, quando non indecifrabili, che ci spingono non solo a guadare quelle strane immagini con cui il testo si snocciola, con alfabeti assolutamente inventati, di fatto quanto qualsiasi nostro linguaggio, ma a percorrerne il senso in noi, vuoti di ogni indizio, come credo abbia cercato di fare anche l’autrice.

Fernanda Ferraresso

luigi serafini- codex seraphinianus

.

Testi tratti da Lo sgranare dei giorni di Anna Bellini.

 

Oggi
un giorno come
tanti
eppure esisto,
mi soffermo
ad ogni passo.

Oggi
la nostalgia di un attimo
ha distolto il mio sguardo,
e piano è rinato
un possibile
altrove.

19/12/2018

.

Per ritrovare
la gioia
delle parole

cerco il filo
dei discorsi.

Tutto pare
frantumato,
disciolto.

Contemplo
le trasparenze

17/01/2019

.

luigi serafini- codex seraphinianus

.

Le verità
ardono
nella mia testa

semplici,
nascoste
agli sguardi
e alla luce
del sole.

Aspetta,

respira.

Si lasciò
confortare
dagli alberi.

19/10/2019

.

Foglie
cadute a una
a una
sul prato

mi offrite
la resa

tutto quello
che non
si impara.

Silenziose
passioni

31/10/2019

.

C’è un vuoto
nel dolore

non si può
ricordare
quando ebbe inizio,

né se giorno
ne fui mai libero.

16/12/2019

.

Lo sgranare
dei giorni
le rivelò
il legame
tra rischio
e calamità,

tra moralità
e
immortalità,

viveva
come se
non ci fosse
vita.

Inappagata
volse
lo sguardo
tra la polvere
e

nuvole,

ripiegò
il proprio corpo
sulla soglia
di sepolcri
privati da ogni
infinito.

04/05/2020

.

era
consapevole
che tutti
i suoi
sogni
erano scivolati
nel tempo

del non-Ritorno

16706/2020

 

.

Anna Bellini, Lo sgranare dei giorni– opera pubblicata in proprio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.