CHI SIAMO

FERNANDA FERRARESSO-  curatrice di Leggendo e rileggendo

Nata a Padova nel 1954, laureata in architettura presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, si occupa di progettazione architettonica, ama tutti i generi di espressione d’arte. Docente presso il Liceo  Artistico A. Modigliani nella stessa città, dopo un lungo periodo di insegnamento presso il Liceo Artistico di Rovigo in cui ha stretto amicizia con Marco Munaro iniziando una collaborazione con lui in più progetti ( La Bella Scola, Herbert, La memoria e i suoi giorni). Ha svolto ruolo di coredattrice all’interno del blog VDBD, ed è presente con suoi articoli nella rivista on line dello stesso gruppo. Ha partecipato ad alcuni concorsi vincendone alcuni (Concorso Internazione di Poesia-Prata Sannita- L’iguana 2014 dedicato ad Anna Maria Ortese,  primo premio per la raccolta Nel lusso e nell’incuria Edizioni Terra d’Ulivi 2014, nel 2015  primo premio al Concorso Internazionale Alda Merini-Brunate per la raccolta Voci oltre e altre cose storte– Edizioni Terra d’ulivi 2015.) In pochi attimi di vento- Edizioni Terra d’ulivi 2016, ha vinto il Premio speciale Giovanni Pascoli. Per i tipi de Il Ponte del Sale ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie dal titolo Migratorie non sono le vie degli uccelli. (2009) e ha partecipato alla Lettura dei primi nove canti del Purgatorio, proponendo un attraversamento del canto VIII, nella raccolta Ombre come cosa salda (2009). Con LietoColle Editore ha pubblicato MAREMARMO (2014- Menzione d’onore Premio Città di Sassari) , Nel vano delle parole (2018) e appare nelle raccolte Luce e notte (2008), L’ustione della poesia (2010); con Terra d’Ulivi -Elio Scarciglia Editore, L’inventario (2019), Alfabeti segreti (2018), Un vaporetto a fiati ( 2017) Voci oltre e altre cose storte (2015)-  Nel lusso e nell’incuria e Dimmi se . Suoi testi appaiono in CFR Ed. nelle raccolte Cuore di Preda (2012) , Il ricatto del pane (2013), Cronache da Rapa Nui (2013), Keffiyeh-Intelligenze per la pace (2014) con Lucaniart: “Scrittori & ScritturaViaggio dentro i paesaggi interiori di 26 scrittori italiani (2012); con Edizioni L’Arca Felice Le trincee del grembo (collana Scritture clandestine a cura di Maria Pina Ciancio e  Teresa Anna Biccai per Associazione Lucaniart) (2014) ; con Rayuela Edizioni “Sotto il cielo di Lampedusa” (2014).  Si sono occupati della sua poesia: Sebastiano Aglieco, Luigia Sorrentino, Marco Scalabrino, Maria Pina Ciancio, Anna Maria Curci, Anna Maria Farabbi, Abele Longo, Francesco Marotta, Fabio Simonelli  (recensione  nella rivista Poesia-Crocetti Editore-Settembre 2009-N.241), Davide Castiglione, Milena Nicolini, Ugo Entità, Enzo Campi,Giulio Gasperini, Adriana Ferrarini. Numerosi suoi testi sono presenti in rete in molti siti che si occupano di letteratura e d’arte.  Collabora alla collana Parole di cristallo per Terra d’ulivi. .

 

VITTORIA RAVAGLI- curatrice di TEMPIQUIETI e E’ IL TEMPO DELLE DONNE

Sono nata nel 1942 a Bologna, vivo a Sasso Marconi. Alla fine degli anni ’70, insieme a mio marito, abbiamo lasciato l’ente di ricerca dove lavoravamo ed abbiamo creato una cooperativa agricola, un allevamento di  capre: una esperienza intensa ed importante che ci ha coinvolti, come tanti in quegli anni. Da lì il mio legame forte con la terra. Nel 1993 ho fondato il  Circolo Arci Luna  che si è poi trasformato ne “Le Voci della Luna”:  le Voci erano le varie arti, la Luna era il nostro nume. Non solo poesia, ma pittura, musica, artigianato, teatro. Ho poi dato vita al premio Renato Giorgi, un importante premio letterario nazionale e un anno dopo é nata  la rivista  Le Voci della Luna, che ho diretto per molti anni. Nel Circolo, col passare del tempo,  la poesia ha prevalso sulle altre arti.  Molte   le iniziative culturali che vedevano la poesia come punto centrale. Da parecchi  anni mi interesso alla cultura legata alla Dea madre. Mi appassionano la vita e gli scritti di Joyce Lussu, di Ambar Past e di altre donne a cui  mi sento particolarmente vicina; mantengo vivi rapporti con persone della nostra o di altre culture cercando di coglierne le ricchezze e le diversità. Ho organizzato e organizzo convegni e  iniziative su questi temi.  Amo la poesia. Faccio parte di un gruppo di donne, il gruppo Marija Gimbutas, che si occupa   dei  temi  legati alla vita delle donne. Organizziamo incontri pubblici, facciamo iniziative di  piccolo teatro. Scrivo sulla rivista Le Voci della Luna.  Ho mie poesie pubblicate  su riviste amiche. Amo far conoscere chi ritengo meriti di essere letto,  più che me stessa. .

 

laura bertolotti

LAURA BERTOLOTTI- curatrice di Lauradeilibri

Laura Bertolotti vive e scrive a Verona ma ha radici piemontesi. Laureata in Scienza della Formazione Primaria e della Preadolescenza a Padova, si è dedicata per decenni all’insegnamento. Ha poi curato la rubrica Libri per una rivista nazionale, redigendo anche articoli di genere diverso. Dal 2012 è ideatrice e autrice del blog www.lauradeilibri.blogspot.com. Attualmente collabora con alcune riviste e siti web redigendo profili di libri che spaziano dalla narrativa alla saggistica, con particolare riferimento alla letteratura inglese e angloamericana, alla scrittura delle donne e alla produzione legata all’infanzia. Conserva il desiderio di dedicarsi maggiormente alla scrittura creativa e alla traduzione di scrittrici inglesi sconosciute in Italia.

.

ADRIANA FERRARINI- curatrice di CINEMATOGRAFIA E DINTORNI- quaderni relativi a cinema e teatro; SQUADERNANDO (società e moda)

Sono nata a Parma la notte del 27 marzo 1958, a sei anni la mia famiglia si è trasferita in un paese del veronese, a diciotto ho iniziato a studiare filosofia a Padova e questa è da allora la città in cui vivo con mio marito e i nostri due figli. Dopo la laurea, ho fatto teatro, poi mi sono dedicata all’insegnamento: nel veneziano, a Rovereto, infine a Padova, in scuole medie, in scuole per adulti, in scuole superiori, come insegnante di sostegno, come docente di lettere, come docente di italiano a stranieri. Dal mio lavoro di insegnante in un professionale e dalle dolenti storie di vita di molti adolescenti che ho conosciuto negli anni, è nato un romanzo, “La notte delle Candy”, ed. Europa 2013. Un racconto pubblicato nell’antologia di racconti “I racconti sul caffè, caffè letterario Moak, 2011” è nato invece dai miei lunghi soggiorni a Mosca, per imparare il russo, sul finire degli anni ottanta. Ha origine invece dalla mia passione per la montagna, le Dolomiti in particolare, la decisione di curare il libriccino di memorie di una giovane artista veneziana degli anni trenta, Nini Martini, “Diarietto di Montagna. Val del Biois”, ed. Panda 2008. La scrittura, come esigenza di capire, di inventare storie, di maneggiare le parole – “tricoter”, cioè lavorare a maglia, direbbero i francesi – di veder nascere qualcosa di nuovo dalla sostanza aerea delle parole, dai segni che lasciano sulla carta, mi ha sempre accompagnato negli anni. Subito dopo gli studi universitari ho pubblicato un racconto e diverse poesie. Poi la vita mi ha portato altrove. In epoca più recente ho ripreso a scrivere con l’intento di pubblicare. Alcune mie poesie sono apparse all’interno di piuù numeri del quadrimestrale di Poesia INVERSO e nelle antologie: “L’evoluzione delle forme poetiche, La migliore produzione poetica dell’ultimo ventennio (1990-2012), edizioni Kairos, 2013, “Il Federiciano, IV edizione”, 2012 e “Umane transumanze”, DeComporre Edizioni, 2014. Un mio racconto su ”Utopia, speranza e disincanto” è nell’antologia dei racconti segnalati del premio letterario, Cormonslibri 2014. Nel 2014 ho vinto il secondo premio all’ottava edizione del Premio Nazionale di Filosofia dell’Associazione Nazionale Pratiche Filosofiche, per la sezione Haiku. Nel febbraio 2015 ho vinto il primo premio per i landais e la poesia inedita al concorso “Rodolfo Valentino- sogni ad occhi aperti”. .

 

elianda-cazzorla2

ELIANDA CAZZORLA- curatrice di  ISOLINA e PASSAGGI CON FIGURE

Nata a Bari,vive a Padova. È giornalista. Laureata in Filosofia del linguaggio, ha conseguito un master di secondo livello in counselling formativo. È insegnante di Lingua e letteratura italiana in un liceo artistico di Padova. Con Giovanna Vignato e Guido Galesso ha curato l’antologia Fabula (5 voll.), pubblicata nel 1999 da Bruno Mondadori. Dal 1980 fa parte del Giscel (Gruppo di intervento e studio nel campo dell’educazione linguistica). Tra gli ultimi saggi pubblicati nella ricerca linguistica: Tra parole vuote e parole piene. La negoziabilità della preposizione nei testi in Grammatica a Scuola, Franco Angeli 2011. Impegnata nella formazione dei futuri docenti ha lavorato per dieci anni presso l’università Ca’ Foscari di Venezia sia come docente di didattica della lingua italiana che come supervisore di tirocinio nelle scuole venete. Da sempre interessata alla scrittura ha pubblicato articoli, poesie e racconti e contemporaneamente ha guidato i suoi studenti nella realizzazione di articoli, poesie e racconti nei laboratori da lei condotti conseguendo diversi riconoscimenti.

.

SERGIO PASQUANDREA- curatore  di TRA LA PAROLA POETICA E LA MUSICA

Sergio Pasquandrea è nato a San Severo (FG) nel 1975. Dai primi anni Novanta vive a Perugia, dove insegna Lettere in un liceo.
Nel 2014 è uscita la sua prima silloge, intitolata Approssimazioni (Pietre Vive/iCentoLillo) e nel 2015 la seconda, Oltre il margine (Fara). Il suo lavoro più recente è Un posto per la buona stagione, (Qudu, 2016). Ha inoltre pubblicato due plaquette: Topografia della solitudine (in “Pubblica con noi”, Fara 2010) e Parole agli assenti (in “Contatti”, Smasher 2011). Suoi testi sono apparsi in riviste (“Scuola di poesia” de “Lo specchio”, a cura di Maurizio Cucchi; “Gradiva. International Journal of Italian Poetry”), su blog letterari (“Via delle Belle Donne”, “Cartesensibili”, “Poetarum Silva”, “La dimora del tempo sospeso”, “Words Social Forum”) e in varie antologie.
Oltre all’attività letteraria, si interessa anche di musica. Ha ottenuto nel 1992 il Diploma di V anno in pianoforte presso in Conservatorio “U. Giordano” di Foggia, per poi proseguire l’attività amatoriale come pianista jazz. Da quasi quindici anni, collabora come giornalista e critico musicale con il bimestrale specializzato “Jazzit”. Ha inoltre scritto per “Il giornale della musica”, per la rivista “Jam Session” e per i blog “Nazione Indiana”, “La poesia e lo spirito”, “Jazz nel pomeriggio”, “World Social Forum” e “Artmaker”. Ha pubblicato nel 2014 il volume di racconti Volevo essere Bill Evans (Fara) e nel 2015 il saggio Breve storia del pianoforte jazz. Un racconto in bianco e in nero (Arcana Editrice).
Nel 2007 ha conseguito un dottorato in Linguistica presso l’Università di Pisa; dal 2007 al 2010 ha lavorato come assegnista di ricerca presso l’Università per Stranieri di Perugia e dal 2010 al 2015 è stato cultore della materia in Sociolinguistica presso l’Università di Perugia.
Gestisce due blog: “Ruminazioni” (http://ruminazioni.blogspot.it) e “Gusci di noce” (http://guscidinoce.wordpress.com).
.

LUCIA GUIDORIZZI- curatrice della Rubrica SENTIERI SOGNANTI e de I quaderni del Cammino 

Nata a Padova nel 1956 e si è laureata in Lettere Moderne all’università di Padova in Storia dell’Arte Medievale. Vive a Venezia dove lavora come insegnante di scuola superiore. Conduce seminari di lettura e scrittura ed ha recensito numerose opere di poeti contemporanei. Ha scritto “La roccaforte dell’Eden. Memorie poetiche di viaggio nello Yemen ” per il film-documentario presentato alla 65.a Mostra del Cinema di Venezia : “Appunti di viaggio sullo Yemen” prodotto da Piero Pedrocco con il patrocinio dell’Ambasciata a Roma e del Consolato Onorario a Firenze della Repubblica dello Yemen. Ha partecipato a varie edizioni del Festival Internazionale de “La Palabra en el Mundo e del Festival di Bologna in Lettere. Ha pubblicato con Editoria Universitaria quattro libri di poesie: “Confini” (2005), “Scandalose entropie. Riflessioni poetiche sugli abusi prodotti dal divenire storico” (2006),“Ibrida Hybris”(2007), “Quadrilunio. Una tetralogia dell’Anima.” (2009) e con Supernova “Milagros”(2011), “Nel paese dei castelli di sabbia” (2013), “Controcanto” (2015), “Pietra Esile” (2017). Alcune sue poesie sono inserite nelle antologie “Cuore di preda” Edizioni CFR 2012, “Il ricatto del pane”, Edizioni CFR 2013, “Sotto il cielo di Lampedusa” Rayuela 2014, “Fil Rouge” Edizioni CRF 2015. E’ socia fondatrice del Progetto7Lune e curatrice della rubrica LuciAllaluna online sulla letteratura ispanoamericana.

.

premiazione barcis

PAOLO POLVANI

Paolo Polvani è nato nel 1951 a Barletta, dove vive. Ha pubblicato diversi libri di poesia, ultimi dei quali: Una fame chiara, Terra d’ulivi edizioni, 2014; Cucine abitabili, MR editori 2014; Il mondo come un clamoroso errore, Pietre vive 2017. E’ tra i fondatori e redattori della fanzine on line Versante ripido. Alcune sue  poesie sono state tradotte in inglese, spagnolo, portoghese, romeno, giapponese .

 

TERESA MARINIELLO- curatrice di VIAGGIANDO …A

Teresa Mariniello, architetto di origine campana, vive e lavora a Milano. Dopo una prima fase lavorativa negli studi professionali e nella RAI come scenografa, si dedica all’insegnamento dell’architettura nel Liceo di Brera di Milano. Gli ultimi lavori sul territorio e sulla città sono stati quelli relativi all’area archeologica industriale Ex Breda di Sesto San Giovanni in collaborazione con la Fondazione ISEC, relativamente allo spazio espositivo dell’Hangar Bicocca e a quello multiculturale dello Spazio MIL; altra collaborazione è stata quella con la Sovrintendenza di Milano per la XXII Triennale con l’allestimento Animalia Umbracula. 
All’attività di docenza ha affiancato quella della libera professione d’architetto, dedicandosi al design di mobili, all’architettura d’interni con direzione lavori, a concorsi pubblici urbani; quasi tutti i lavori sono presenti sul proprio sito www.teresamariniello.it  progettato da lei stessa.
Non ha avuto una formazione letteraria propriamente detta, scoprendo solo in età adulta il piacere della scrittura.
Ha collaborato con servizi di architettura con la rivista http://www.ippocrene.it e con radio Alma di Bruxelles.
Ha vinto vari premi fra cui Fiur’lini a Den Haag e Scrivere Donna a Pescara.
Ha pubblicato poesie e racconti in Donna e poesia, L’Ulisse, Disarmonie; nelle antologie: Luce e notte, Il Segreto delle fragole, Verba Agrestia, Viaggiare con bisaccia e penna, Taggo e Ritraggo, Vite da raccontare Edizione LietoColle, nelle antologie: Premio Il club dei poeti, Premio Olimpia, Premio Marguerite Yourcenar Edizione Montedit, nel libro Nel segno del tango Edizione Studio Calcografico Urbino, nel libro Voci allo specchio per l’Associazione culturale Eloisa Manciati, nell’antologia Racconti lombardi Edizioni Historica.
La sua prima raccolta poetica Caleidoscopio, pubblicata da Edizioni Tracce, ottiene la segnalazione di merito al Premio internazionale Mario Luzi 2019, la seconda Stagioni vince il terzo Premio nazionale O. Pelagatti 2019, del 2020 è la raccolta Poesia del cuore edita da Nulla Die.

 

 
RITA BOMPADRE curatrice della rubrica SFOGLIARTI
 
Nata il 22 maggio 1969. Vive e lavora a San Ginesio (Macerata). É iscritta alla S.I.A.E. sezione OLAF Posizione n° 151750 nella qualifica di Autore Opere Letterarie dal 2004. É Socio Onorario dell’UNS – Unione Nazionale Scrittori e Artisti per ambito di specialità d’arte (Roma) per la seguente motivazione:“In considerazione di riconosciuti meriti acquisiti nella sua attività letteraria e artistica e del suo contributo dato allo sviluppo della cultura” dal 2007. É iscritta all’Albo dell’Ordine degli Scrittori Fernando Palazzi – Gruppo Cultura Italia (Roma)dal 2007. É stata intervistatrice, opinionista e critica letteraria per la Rivista “Graphic Arts ’75” (Bravi Edizioni, Macerata) negli anni dal 1998 al 2003. Ha pubblicato tre raccolte di poesie: “Collezione privata” (Bravi Edizioni, Macerata 1999) “Blu notte” (Bravi Edizioni, Macerata 2002) “Ad arte” (Bravi Edizioni, Macerata 2006) Ha partecipato con le sue opere a reading poetici e rassegne nazionali di poesia: – “Libriamoci – Licenze Poetiche (Serate di letteratura aggiornata)” (Palazzo Ricci – Macerata, 2002); Libriamoci Estate – “Poeti nel Parco (forse dispersi)”; “Poeti nel Parco Mundial” (Giardini Diaz Macerata, Edizioni 2003 e 2006) – X°Anniversario del Concorso Nazionale di Poesia Premio Rabelais (Vecchio Mulino Serrapetrona, Macerata 2003) – “Dalla Poesia alla Musica – Poeti nostri – Il più bel fior ne coglie” Società Dante Alighieri Comitato di Fermo (Oratorio S. Monica Fermo, Edizioni: 2005 – 2006 – 2008 – 2009 – 2010) – “Ars Latina nel cortile” a cura di Terra dell’Arte e Museo MIDAC di Belforte del Chienti, Macerata (Cortile Via G. Bezzi – Tolentino, 2008) – “Notti d’Estate 2009” a cura di Terra dell’Arte e Museo MIDAC (ex Chiesa di S. Sebastiano di Belforte del Chienti, Macerata 2009) – “Festival Internazionale di Poesia di Medellín 2017 “Medellín Highs Medellín Blues” – “Poesie a strappo” 2018 Piadena (Crema) Ha ottenuto premi assoluti e riconoscimenti al merito poetico in importanti concorsi letterari nazionali: 2001: Premio “Poesia in Strada” Artistrada IV Edizione, Colmurano (MC) 2003: Premio Lettarario “Il Camaleonte” Seconda Edizione 2002/2003, Chieri (Torino) Premio Nazionale di Poesia “Ugo Betti” I Edizione, Roma Premio Letterario Nazionale “Novipoesia 2003” XII Edizione, Novi Ligure (AL) 2004: Premio della Cultura “Trofeo Medusa Aurea” 2003/2004 XXVII Edizione, Accademia Internazionale d’Arte Moderna Roma Premio “Poesia in Strada” Artistrada VII Edizione, Colmurano (MC) Premio Nazionale di Arti Letterarie Arte Città Amica I Edizione, Torino Premio Letterario “Mario Soldati” Centro di studi e ricerche M. Pannunzio, Torino Concorso Nazionale di Poesia Premio Rabelais X Edizione, Offida (FM) 2005: Premio Letterario “Trofeo Giacomo Leopardi” III Edizione, Recanati (Macerata) Premio Letterario “Mario Pannunzio” Centro di studi e ricerche M. Pannunzio, XXVIII Edizione, Torino Premio Nazionale di Poesia “Ugo Betti” II Edizione, Roma 2006: Premio di Poesia e Narrativa “Rivoli 2006” Club des Poètes, XI Edizione, Rivoli (TO) Premio Nazionale di Arti Letterarie Arte Città Amica III Edizione, Torino 2007: Premio Letterario “Trofeo Giacomo Leopardi” V Edizione, Recanati (Macerata) Premio Letterario Internazionale Archè VI Edizione Anguillara Sabazia (Roma) Concorso Nazionale di Poesia Premio Rabelais XIII Edizione, Offida (FM) 2008: Premio Cesare Pavese – Il vino nella letteratura, nell’arte, nella musica e nel cinema VII Edizione Santo Stefano Belbo (Cuneo) Premio “G.L.G. Byron 2008” VI Edizione, Terni (PG) 2009: Premio Nazionale di Poesia Poesie al mondo II Edizione Belforte del Chienti (MC) Premio Marguerite Yourcenar 2009 XVII Edizione, Melegnano (Milano) Edizione speciale Premio Rabelais 2009, Caldarola (MC) 2010: Premio Internazionale di Letteratura Toscana in poesia I Edizione Premio Nazionale di Poesia e narrativa AlberoAndronico III Edizione Roma Premio Letterario Nazionale “Garcia Lorca” XX Edizione Torino Concorso Nazionale di Poesia Premio Rabelais, XVI Edizione, Caldarola (MC) 2011: Premio Internazionale “Giuseppe Gioacchino Belli” XXIII Edizione (Roma) 2016: Premio I Murazzi Sesta Edizione Torino 2017: Premio Invito alla Poesia X Edizione Trieste 2018: Premio Letterario Giovane Holden XII Edizione Viareggio Premio Umbria Art I Edizione Terni 2019: Premio Terra di Virgilio V Edizione Mantova Premio Maria Virginia Fabroni III Edizione Tredozio (Forlì – Cesena) Suoi scritti sono presenti in riviste e antologie poetiche nazionali: – Rivista Internazionale “Poeti e Poesia” (Pagine editrice, Roma 2003) – Antologia dell’amore (A.L.I. Penna d’autore Torino 2003) – Antologia “Periferie dell’anima (Pagine editrice, Roma 2003) – Antologia poetica “Navigando nelle parole vol. 9” (Edizioni Il filo, Roma 2004) – Antologia “…Le beate schiere” (Pagine editrice, Roma 2004) – “La biblioteca dell’inedito 2004 – Antologia Multimediale” (Edizioni Il filo, Roma 2004) Antologia – Agenda letteraria “Le pagine del poeta 2005 – Giuseppe Ungaretti” (Pagine editrice, Roma 2005) – Antologia poetica “L’opera continua – Antologia di poeti maceratesi contemporanei” (Giulio Perrone Editore, Roma 2005) – Antologia – Agenda letteraria “Le pagine del poeta 2006 – Eugenio Montale” (Pagine editrice, Roma 2006) – Antologia “Scrittori in viaggio – Contributi in versi “ (Fondazione Ippolito Nievo – Gruppo Cultura Italia – Inediti in biblioteca – Universitas Montaliana di Poesia – Camera dei Deputati, Roma 2007) – Antologia dei poeti marchigiani – Antologia Poetica Regionale “Il Rifugio dell’aria – Poeti dalle Marche” (Edizioni Progetto Cultura, Roma 2010) – Antologia poetica “La Rocca dei poeti” (Masciulli Edizioni, Catignano 2018) – Blog di poesia L’altrove – Appunti di poesia – Rivista The Bid Journal – Rivista The Parallel Vision – eBook Stanza Svelata – Poesia Italiana Contemporanea – Leisure Spot – Blog Nessuno Legge – The Poet Magazine Dall’anno 2013 ha contribuito alla realizzazione di eventi culturali all’interno dell’Associazione Culturale “San Ginesio”, della quale è Vice Presidente. Si ricordano in particolare “La giornata Mondiale della Poesia”, “Il Maggiolibri”, “Libriamoci”, manifestazioni artistiche di lettura espressiva e comprensione di testi letterari e poetici, con la collaborazione degli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore della città di San Ginesio. Dal 2013 segue il Centro di Lettura “Arturo Piatti”, biblioteca istituita presso l’Istituto Comprensivo “V.Tortoreto” di San Ginesio, che oggi ha sede a Ripe San Ginesio e nella pagina facebook: https://www.facebook.com/centroletturaarturopiatti/ Dal 2013 partecipa alle edizioni del Festival Sudamericana, progetto artistico nato dall’Associazione Culturale “San Ginesio”, in collaborazione con le realtà locali culturali, per valorizzare la cultura sudamericana attraverso l’espressività e l’intensità dell’opera poetica: https://www.facebook.com/sudamericanafestival/ Dal 2015 fa parte dell’evento “Libri in libertà”, maratona di libera lettura aperta a tutti gli amanti dei libri, in qualità di organizzatrice. Nel Settembre 2016 ha frequentato il Workshop di Scrittura Creativa tenuto da Cinzio Tani a Belforte del Chienti (Macerata), all’interno della rassegna “Notti d’Estate 2016” a cura di Terra dell’Arte e Museo MIDAC di Belforte del Chienti (MC) Dal 2019 è presente in varie testate on line con le recensioni di libri (Rai Cultura – Letteratura, L’Altrove – Appunti di poesia, Tellus folio giornale web, Fabrizio Bregoli – Poesia, Estetica – mente, Laboratori Poesia, Margini in/versi, Il lettore incallito, Pioggia Obliqua – scritture d’arte, Le stanze di carta, Rubrics, Il visionario – blog di poesia, Iris News, Altritaliani, Niederngasse, Evidenzialibri, Satisfiction, Diacritica, Inverso)
Centro di Lettura “Arturo Piatti”- https://www.facebook.com/centroletturaarturopiatti/
.

MARIA GRAZIA PALAZZO- curatrice di  VERSO UNA ERMENEUTICA DELLE DIFFERENZE (Quaderni)

Nata in Valle d’Itria, a Martina Franca (Ta) nel 1968. Dopo gli studi classici liceali e la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari nel 1992 ha esercitato per 20 anni la professione forense, interessandosi soprattutto di impresa e famiglia. Ha scritto in poesia: AZIMUTH, LietoColle, 2012; IN PUNTA DI PIEDI, Terra d’Ulivi Edizioni, 2017; ANDROMEDA, i Quaderni del Bardo, 2018; TOTO CORDE, La Vita Felice, 2020. Ha partecipato a diverse raccolte in collettanea, anche con testi di prosa poetica e ha preso parte a numerosi reading di poesia, specie in Puglia, dove vive e, di tanto in tanto, promuove e partecipa ad eventi culturali. Vive a Monopoli dal 2006, dove si sono rotte le acque della poesia. È impegnata nella costruzione di un nuovo percorso lavorativo e creativo, a partire da un nuovo corso di studi, laurea magistrale in Scienze Religiose, 2015 (presso l’istituto Superiore di Scienze Religiose San Lorenzo da Brindisi, Brindisi- Facoltà teologica Pugliese). Ha tra gli ultimi percorsi istituzionali di studio lo Short Master in Teoria e didattica dei diritti delle Differenze, dei femminismi e dei saperi di genere, 2016 (Facoltà di Filosofia presso l’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari; il Corso di perfezionamento “La didattica della Religione Cattolica: sfide e nuove strategie di intervento” (Facoltà Teologica Pugliese- Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari- Istituto Superiore di Scienze Religiose “Odegitria” di Bari), 2017-18. Sta lavorando alla riscrittura di un saggio dal titolo Per un’ermeneutica delle differenze, che tenta di tenere conto anche di alcune prospettive degli studi di genere, per riconoscere nell’immaginario collettivo le proiezioni e l’eredità del pensiero unico, e si apra alla prospettiva del multiculturalismo, secondo le tendenze ecclesiologiche di apertura alla inclusione e alla partecipazione delle donne alla vita sociale e, quindi anche ecclesiale, questioni nodali che riguardano la vita delle comunità civili e di fede, come anche attraverso l’interpretazione autorevole di testi sacri come il Nuovo e l’Antico Testamento da parte delle donne. Anche per questo sta frequentando un Corso di teologia delle Donne, corso online di primo livello, a cura del Coordinamento Teologhe Italiane, con temi, contesti e pratiche. Dal 2014 è mamma adottiva di Amit. Al bimbo che era ha dedicato la prosa poetica DA DOVE, per il magazzino di poesia Spagine, (https://issuu.com/mmmotus/docs/36_-_spagine_-_magazzino_di_poesia_), a cura di M. Marino. Dal 2014 è socia di Stati generali delle Donne di Bari, in collaborazione con la Casa delle Donne del Mediterraneo di Bari. Dal 2019 è nel Direttivo di SGD di Bari. Il suo cammino, umano e professionale, è profondamente legato al desiderio di tenere insieme il piano del quotidiano a quello dell’extraquotidiano, in una contaminazione esperienziale che, lungi da approdi accademici, produca una testimonianza utile, anche minima, per quanti si sentono precari nella storia e il coraggio di osare pensieri e azioni poietiche che tornino a guardare all’umano, al comunitario. .

 

KIT SUTHERLAND 

Tiene presentazioni di SMED e del progetto Scrittura Corsiva, conduce corsi di formazione insegnanti e contribuisce alla produzione di materiali didattici. Nel 2012-2013 a Venezia prende parte al corso ‘Scrivere come disegnare’ e nel 2014-2015 alla masterclass ‘Imparare a scrivere a mano nell’era digitale’ presso il LabCom di Ca’ Foscari. Laureata in Lingue straniere, Storia dell’arte e Pedagogia all’Università di Calgary, Canada, vive da molti anni in Italia. Nel 2003 si trasferisce in provincia di Padova dove fonda il gruppo artistico A Casa di Irene, che con la coordinazione di Monica Dengo crea l’opera d’arte calligrafica Sherazade, pubblicata dal periodico Letter Arts Review. Questa esperienza segna l’inizio del suo percorso artistico personale e professionale con la calligrafia. È socia fondatrice.

https://www.smed2015.it/docenti/kit-sutherland/ .

 

ESTEFANIA MEJIA NEGRETE – curatrice di CRONACHE DAL PERU’ 

(Ancona, 1991) ha realizzato degli studi in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Firenze e alla Sorbona di Parigi. Per conciliare la sua vocazione di narratrice e il suo impegno nel sociale si è poi specializzata in Comunicazione e ha lavorato sia nell’ambito del giornalismo che per associazioni senza fini di lucro. Nel 2017 si è trasferita a Lima (Perú) ed ha affiancato una ONG di cooperazione italiana che le ha permesso di viaggiare attraverso il composito territorio peruviano alla scoperta delle realtà più problematiche. Ha inoltre ricoperto il ruolo di docente di Comunicazione nella Pontificia Università Cattolica del Perú (PUCP). È amministratrice del blog di scrittura Vidas en prosa dove condivide le sue opere in lingua spagnola. Alcuni tra i suoi racconti sono stati pubblicati nella sezione culturale del quotidiano La Estrella de Panamá e nella rivista letteraria Awen. .

 

 
DANIELA TERRILE- curatrice di  CRONACHE DA DUE MONDI
 
Una donna con una presenza autentica e completa, un impegno in ogni momento, una curiosità insaziabile, una dolcezza oltre le forze. Una voglia di continuare a condividere, di crescere, determinata a conoscere e approfondire. Ha scelto un percorso difficile, spingendosi oltre le zone di comfort, in spazi sconosciuti, non sempre piacevoli, e spesso affrontando ostacoli apparentemente insormontabili. Nella sua generosità ha aperto la sua casa, il suo spazio, i suoi sogni e le sue avventure, i libri e l’albero della poesia bel Parco Leopold a Bruxelles, la sua fragilità e questo modo di rivelarsi dà sicurezza agli altri, acquisendo l’autorizzazione e la capacità di fare lo stesso. Ama i cerchi della vita, la ruota sciamanica, la condivisione, il confronto.Ha il coraggio di dare un nome alle cose, di porre dei limiti, di mostrare il suo scoraggiamento, di condividere le sue lotte e di ricominciare ancora e ancora, alla ricerca di una nuova voce. Nella sua pratica professionale, negli ambienti femminili e nelle pratiche di sviluppo personale e sciamaniche, ha il desiderio di essere giusta, di portare il vero senso di essere donna, divina, genitrice e di contribuire a portare consapevolezza del nostro potere femminile e maschile, di essere sé stessa, di dare sé stessa, in riconoscimento di ciò che c’è e che le é stato donato. Ha firmato a lungo le sue e-mail “PEACE and LOVE”, in un momento in cui era ritenuto impossibile nell’ambito del lavoro. Ha fatto da apripista: essere autentici, credere nella possibilità dell’amore e della sensibilità anche nel contesto professionale.
 
.
loredana_magazzeni
 
LOREDANA MAGAZZENI– curatrice di CRONACHE DI POESIA
 
Loredana Magazzeni vive a Bologna e dal ’98 fa parte della redazione della rivista Le Voci della Luna e del Gruppo ’98 di Poesia presso la Libreria delle Donne di Bologna. Ha pubblicato quattro raccolte di poesia (La miracolosa ferita, Canto alle madri e altri canti, Fragilità del bene, Volevo essere Jeanne Hébuterne) e curato, assieme ad altri, quattro antologie di poesia femminile contemporanea di lingua inglese, di cui l’ultima, La tesa fune rossa dell’amore. Madri e figlie nella poesia femminile contemporanea di lingua inglese, è uscita nel 2015 per La Vita Felice con prefazioni di Silvia Vegetti Finzi e Anna Salvo. Si è dedicata a temi d’impegno sociale con Cuore di preda. Poesie contro la violenza sulle donne e, con Antonella Barina, Fil Rouge. Antologia di poesie sulle mestruazioni, entrambe uscite per CFR editore. – (foto ©  Dino Ignani) .
 
 
 
ELISABETTA CHIACCHELLA curatrice di Finestre: Il Brasile che vedo
 
Docente di Lingua italiana allUniversità per stranieri di Perugia, dove si è occupata anche di didattica dellitaliano L2 in contesti scolastici, dal 2016 al 2018 insegna Italiano L2 a studenti migranti presso il CPIA di Perugia e lIstituto penitenziario di Capanne. Partecipa a convegni internazionali sugli studi di genere, approfondendo la scrittura di Claudia Manselli e di Giulia Niccolai. Tiene conferenze sul femminismo della differenza sessuale da Carla Lonzi a Luisa Muraro. Attivista radicale dagli anni 90, è vicina alla teoria e alla prassi del pensiero nonviolento di Aldo Capitini.

**

HANNO COLLABORATO CON NOI
Anna Maria Farabbi- Daniela Raimondi- Alberto Terrile- Alessia Bronico – Carlo Bordini- Veevera- Cristiana Pagliarusco -Michele Anelli Monti- Alex Ragazzini- Sara May- Paolo Gera- Milena Nicolini- Silvio Lacasella- Raffaella Terribile- Pina Piccolo- Simonetta Sambiase- Serenella Gatti Linares- Nadia Agustoni- Barbara Bracci- Francesco Piga

**

OBIETTIVIdel blog

Questo blog vuole essere un luogo aperto, un luogo dello scambio, tra il territorio interiore e quello abitato, che indossa le vesti della società,dell’economia,della politica, dell’ideologia di ogni genere e origine. Ambiente “diurno e/o notturno” cercherà di riportare le voci che , nel mondo, dicono o cercano , attraverso la libertà, la ricchezza dell’umanità, qualcosa che non ha a che fare con profitto e tassi di interesse, ma si sviluppa germinando da uno scambio tra e all’interno dell’essere: inter-ESSE.Non si farà silenzio su ciò che accade, ai cardin(al)i del pianeta , ma si traccerà una mappatura di quanto avviene per affondare, oggi, quella che è l’unica risorsa dell’uomo: L’UOMO STESSO. Prenderanno così forma delle mappe, nei territori dell’umano, le CARTE SENSIBILI, appunto, con le quali siamo abituati ad inter-agire quando si tratta di percorsi stradali, e qui saranno percorsi della mente, dello spirito, delle idee, dell’arte, della ragione, della logica, disciplinate secondo i diversi punti di vista che compongono il vasto oceano dell’essere,in un pianeta che comunemente chiamiamo uomo.

OBIETTIVI del gruppo

Promuovere lo scambio e la conoscenza, attraverso la promozione della lettura, attraverso l’incontro in ambiti diversi del territorio preposti alla cultura quali la scuola, il teatro, i circoli culturali, i musei, le associazioni delle arti, ma anche i luoghi d’incontro con storie a carattere collettivo quali possono essere gli edifici dei comuni, le piazze, le strade, le fabbriche, i conventi, gli ospedali, e anche il carcere, insomma tutto ciò che in sé raccoglie “l’uomo”. Tutti i componenti del gruppo hanno uguale diritto di proposta sui cammini da percorrere insieme  e individualmente. COPYRIGHT IMMAGINI E TESTI

Le immagini presenti negli articoli sono utilizzate a scopo puramente illustrativo e didattico. Qualora dovessero violare eventuali diritti di Copyright, si prega di scrivere al seguente indirizzo email per la immediata rimozione delle stesse: cartesensibili@live.it

69 Comments

  1. Bisogna che mi prenda del tempo per curiosare per bene fra queste ricche pagine; intanto mi sono iscritta al blog, così non perderò i nuovi aggiornamenti :)

  2. Benvenuta e buona lettura, di pezzi ce ne sono molti visto che abbiamo iniziato nel 2008. A presto e grazie per l’attenzione.fernanda ferraresso

  3. Caspita!…dopo tempo leggo questa pagina…e sono piacevolmente scossa da tanta bellezza dovuta soprattutto agli obiettivi che si propone il blog…e ai quali mi sembra che vi stiate attenendo con impegno…
    Mi piace sempre di più….. e vi seguirò ora, con molta più attenzione…visto che l’obiettivo è l’uomo in tutti i sui percorsi…

    buonecose
    .marta

  4. grazie, non è effettivamente facile visto che tutto il lavoro che qui si mette è sempre assolutamente gratuito e “oltre l’orario” con cui si prepara il pane individuale. ferni

  5. Sono arrivata al sito cercando notizie sulla poetessa Christine Lavant, conosciuta attraverso il ritratto che ne ha fatto Werner Berg, il cui Museo in Carinzia ho visitato pochi giorni fa.
    Vi seguirò. Sul web, a quanto pare, c’è posto anche per cose veramente valide…

  6. Dovrei organizzare una mostra a febbraio….
    ho pensato di cogliere il vostro suggerimento…..se vi facesse piacere
    vorrei che il filo conduttore fosse proprio l’incertezza di questo nostro viaggio attraverso la società , visto dal mio punto di vista…..chiaramente…..
    e sempre che voi siate d’accordo mi piacerebbe utilizzare anche questo “pensiero”riguardo l’identità e Kellner, che accompagna Zenobia…
    strappandone qualche stralcio per accompagnare le opere…..magari con la vostra supervisione….che dite?
    grazie ancora……

  7. Ti ringrazio moltissimo ma non ho il tempo per fare tutto quanto è richiesto.Siamo in costante ricerca per fare il nostro meglio ma tutti, nessuno escluso, lo facciamo per amore e non per lavoro. Grazie in ogni caso per averci nominato. f.f.

  8. posso dire che anch’io ho scoperto un punto di vista ulteriore e mi ha fatto piacere convogliarlo e attraversarlo con un testo, uno sguardo.Grazie. f

  9. Lieta di entrare a far parte di una tanto variegata e interessante equipe di artisti qualificati e motivati. Spero di conoscere ed essere conosciuta.Ringrazio Fernanda e porgo il mio saluto a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.