LAURADEILIBRI- Laura Bertolotti: due romanzi di Mariolina Venezia

mariolina venezia

.

Una terra sassosa di travolgente bellezza è la Basilicata che emerge dai libri di Mariolina Venezia, incanta e sotterra una storia secolare, fatta di arte e anche di soprusi ai danni della povera gente, e distruzione di interi borghi, e sterminio di cosiddette bande che si erano semplicemente opposte al disegno unitario nazionale.

Da piemontese quale sono negli affetti, nell’accento e nella nostalgia dei luoghi, non posso che interrogarmi su quelle narrazioni che ci hanno ammannito a scuola, solo mezza verità che spiega poco o nulla. La questione meridionale emerge nelle trame di Venezia, diventa oggetto di intreccio, sfondo, paesaggio ed è filtrata dallo sguardo agrodolce di Imma Tataranni, Sostituta Procuratrice della Procura di Matera. Umorale con i colleghi, eccentrica nel vestire, si aggira con il tacco dodici anche nelle grotte, e rimugina, almanacca sulle indagini, sulla figlia adolescente, la suocera che la critica, il marito d’oro che si ritrova e un collaboratore giovane e attraente. Ma oggetto dei suoi pensieri non è solo il cumulo di scartoffie, delitti  e delinquenti vari, perché lei fa la spesa, cucina lampascioni, svuota la lavatrice prima di correre al lavoro, cura la madre anziana, si sottopone a torture estetiche pur di acquisire informazioni, insomma le sue giornate esorbitano di incontri e scontri, sono quelle di tante di noi con un cervello sveglio, una vita affettiva e un lavoro da conciliare.

Donna sui generis è dire poco, Imma, che sta per Immacolata, ha assaggiato la parte più impegnativa della vita, quella che chiede il conto prima di concederti l’agio, e adesso tende a una leggera intransigenza, ma riconosce che la legge:

 certe volte la legge è un paravento, buono a nascondere le cose che fanno comodo.

Mariolina Venezia, Premio Campiello nel 2007 con il romanzo Mille anni che sto qui, ci sorprende in Come pietre tra i sassi  con  una scrittura misurata che si incrocia con un problema di pressante attualità (su cui non posso fare anticipazioni!). Più variato nei registri Rione Serra Venerdì, dà spazio allo slang locale, ma le descrizioni restituiscono un respiro letterario al testo.

Il finale di questi romanzi non è mai con il botto, perché sono profondamente veri, intrisi di quella realtà che fa scalpore sui giornali e nutrita di quella nostra storia unitaria ambigua e frettolosa, per tacere del malcostume italico di insabbiare e depistare.

Sono romanzi da leggere tutti d’un fiato e poi correre a visitare Matera e la Basilicata tutta.

Laura Bertolotti

.

Note sull’autrice

Mariolina Venezia è nata a Matera. Attualmente vive a Roma, dove lavora per teatro, cinema e televisione. Ha pubblicato alcuni libri di poesie in Francia e, per Einaudi, i romanzi Mille anni che sto qui, vincitore del Premio Campiello 2007, Come piante tra i sassi (2009 e 2018), la raccolta di racconti Altri miracoli (Theoria 1998, Einaudi 2009),Da dove viene il vento (2011), Maltempo (2013 e 2018) e Rione Serra Venerdì (2018).

Risultati immagini per Mariolina Venezia, Come piante tra i sassi. Imma Tataranni e la storia sepolta

Mariolina Venezia, Come piante tra i sassi. Imma Tataranni e la storia sepolta– Einaudi, 2009.

Risultati immagini per Mariolina Venezia, Come piante tra i sassi. Imma Tataranni e la storia sepolta

Mariolina Venezia, Rione Serra Venerdì. Imma Tataranni e le trappole del passato- Einaudi 2018.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.