TRA LA PAROLA POETICA E LA MUSICA- Sergio Pasquandrea: Ogni mattina c’è una novità. Il Sud, l’amore e l’odio

andrea pazienza- la madonna del soccorso

.

Questa volta, permettetemi di andare sul personale.
Sono pugliese, di San Severo, in provincia di Foggia, anche sono trapiantato in Umbria ormai da trent’anni e ho tagliato quasi tutti i ponti con la terra natìa. Ciò spiega perché non conoscessi Matteo Marolla, bravo cantautore che si è mosso nell’area folk-rock, in particolare con un bel gruppo che si chiamava Contrada Caipiroska.
Uso il passato perché purtroppo Matteo Marolla è scomparso nel settembre scorso, a soli quarantasette anni. Persone che conosco e stimo me l’hanno descritto come una persona pacata, gentile, un uomo buono e onesto, che faceva onore al mio disgraziato, sciagurato e martoriato paese.

Vi propongo qui una sua canzone, una delle ultime da lui incise: un’amara dichiarazione d’affetto dedicata proprio alla sua – e, ahimè, anche mia – terra.
È in dialetto, ma non preoccupatevi, sotto c’è la traduzione.

Buon ascolto.

Sergio Pasquandrea

.

.

Questa nostra città (A San Severo)

E c’era una storia che non mi ricordo come fa
E c’era una strada che è bella lunga, tanto lunga
E c’è un sorriso su questa terra, olivi e vitigni,
Ma non c’è una speranza per tutti quelli che le sono figli

C’è stato un tempo in cui si stava bene, tanti anni fa
Adesso ci arrangiamo o scappiamo di corsa da questa nostra città
Una Madonna (1) ci guarda da sopra e vorrebbe affogarci
Una zuppetta (2) ti aspetta a Natale e che fai, non vuoi mangiarla?

Quante volte si chiudono gli occhi così non vediamo lo schifo
E pure questo sabato ci siamo riempiti per bene
Forse il bene a questi quattro bambini non l’ha insegnato nessuno
Diglielo al tuo padrone che pure oggi ti ha avvelenato

A San Severo ogni mattina c’è una novità
Un’altra persona che si prende le colpe di cose che non voglio fare
Un modo per arrivare a stasera senza poter lavorare
Lo so che la scalogna è nera, ma si può cambiare

A San Severo anche il pane, se vuoi mangiarlo,
Lo devi vomitare mezzogiorno e sera da quanto è amaro
E se fosse stato un amore, ci saremmo lasciati
Però lo sai, dopo un po’ sarei sempre tornato

Poi c’è chi si vergogna a dire dov’è nato
Tutti quanti sono dritti e poi piangono se vengono sgamati
Tutti quanti che sanno dove spara la prossima batteria (3)
Ma se sparano a qualcuno, ricordati: fatti i fatti tuoi

La famiglia non te la cresci se poi non ce la fai ad apparecchiare
Ma le ginocchia graffiate sul selciato (4) fanno tanto male.

A San Severo ogni mattina c’è una novità
Un’altra persona che si prende le colpe di cose che non voglio fare
Un modo per arrivare a stasera senza poter lavorare
Lo so che la scalogna è nera, ma si può cambiare

A San Severo anche il pane, se vuoi mangiarlo,
Lo devi vomitare mezzogiorno e sera da quanto è amaro
E se fosse stato un amore, ci saremmo lasciati
Però lo sai, dopo un po’ sarei sempre tornato

E non prendermi per fesso se mi cambio la carta d’identità
Se potessi verrei più spesso
Ma se lo facessi rimarrei qua

A San Severo ogni mattina c’è una novità
Un’altra persona che si prende le colpe di cose che non voglio fare
Un modo per arrivare a stasera senza poter lavorare
Lo so che la scalogna è nera, ma si può cambiare

A San Severo anche il pane, se vuoi mangiarlo,
Lo devi vomitare mezzogiorno e sera da quanto è amaro
E se fosse stato un amore, ci saremmo lasciati
Però lo sai, dopo un po’ sarei sempre tornato
Sempre tornato
Sempre tornato

*

(1) La Madonna del Soccorso, patrona del paese.

(2) Zuppetta = tipico piatto natalizio a base di pane raffermo, brodo e scamorza.

(3) Batteria = i fuochi d’artificio sparati a maggio, per la festa patronale.

(4) Chianchette = le lastre di pietra vulcanica che fanno da pavimentazione per le vie del centro storico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.