PROPOSTE DAI LETTORI- Cinque inediti di Antonietta Bocci

deedra ludwig

 

TANTO MIGLIORE DI ME

Respira tu, dentro questa
lana di vetro – che assorbe
una furia sacrosanta
ed un’assodata colpa
silenzia, la fame della
coscienza smorza e attutisce
il rifiuto d’ogni resa.

E se – con occhi infuocati,
bronchi polverosi, pelle
graffiata via – su questa
angoscia oserai posarti,
piangerai certo i confini
rassicuranti di vecchie
occasionali fatiche.

.

deedra ludwig

.

TRA UNA FITTA E L’ALTRA

La mia ricerca di coscienza
è un boccheggiare di continuo
cercando invano di riportarti
nell’intimo dentro ad un respiro.
E la saggezza degli altri è come
grido di mostro che non s’accorda
con la partitura dell’aiuto.

La mestizia di città quest’oggi
non ospita che le membra della
nostra anima, il resto ormai da tempo
s’è decomposto. Mi volgo dunque
a ricordi d’amore, sembianze
di promesse che furon credute –
Davvero l’esito ignoravamo?

Di tanto in tanto, l’alba ha il gusto
degli occhi che coi baci evitare
non sapemmo. Ma come previsto
non tarda il tempo in cui questo cuore
si stanca di morire e depone
le armi all’ennesima compressa

di buio.

.

deedra ludwig

.

MEA CULPA

Esistevi in un’anima che ardeva freddamente
Ansimasti nell’indifferenza dell’Universo
Stretta forte ad una mano pronta alla diserzione

Dormivi cullata da due braccia sfiduciate
Ti avventasti contro un muro sordo al tuo furore
Inseguendo aliti d’amore foriero di lutto

Posavi ignara per ritratti brillanti di buio
Navigasti la guerra disperata dell’attesa
Piangendo i baci persi con conati di silenzio

Confidavi in un grembo dalle promesse illusorie
Svenisti a una crudeltà offensiva della Vita
Soffocata da un futuro che ti avrebbe trafitta

Marciavi spedita verso brucianti rimembranze
Respirasti con tenacia l’infezione del mondo
Cedendo per sempre alla mia scelta scellerata

.

deedra ludwig

.

MATTINI D’ATTESA

Nel buio denso il corpo è greve, come pietra al collo.
Pochi passi tra me e la scenografia disposta
per rinviare il desolante commiato dal riposo.
Tutto allestito – la cuccuma pronta al giornaliero
brontolio, la chicchera lasciata in vuoto indugio,
il cucchiaino solitario lì sul tovagliolo.

La luce cola dalle tende dischiuse, affettuosa
m’incoraggia a completare il transito dal pianeta
del prendere a quello del dare. Dal nulla riaffiora
un’immagine cara, il cestino del pranzo ai tempi
dell’asilo – spettatore quotidiano di giochi,
immancabile consolazione nella disfatta.

M’arrampico lungo la scala, illuminata adesso
d’un bagliore caldo – in cima mi aspetta una promessa.
Sedendo al margine d’un letto sempre addormentato,
trovo un aroma fuggito a mia insaputa. E ancora
mi coglie l’andata gioia semplice di sfiorare
questo viso e quel grembo, sussurrando C’è il caffè…

.

deedra ludwig

.

SEDUTA 1

Sarebbe altrimenti permesso
rifuggire oppur soddisfare
dell’anima un tale tumulto.

Ma sembra che qui sia la ‘cura’ –
sfiorare l’essenza dell’Altro
e mai afferrarla davvero.

In questo spazio e questo tempo,
è concesso solo sedere
con ciò che nel cuore già vive.

.

Note relative all’autrice

Linguista per passione, formazione e professione, Antonietta Bocci ha trascorso la sua vita adulta in uno spazio diasporico a cavallo tra quattro paesi e tre continenti, lavorando come insegnante, traduttrice e interprete. Scrive poesie in doppia lingua (l’italiano natio e l’elettivo inglese), seguendo un procedimento per cui le due versioni si contaminano a vicenda, anziché essere semplicemente l’una la traduzione dell’altra. Nel contempo lavora a un progetto di auto-traduzione in lingua cinese delle proprie poesie, mentre queste si affacciano timidamente su blog letterari (l’italiano Poesia Ultracontemporanea e lo statunitense Coffin Bell) e riviste letterarie statunitensi (Snapdragon e Gyroscope Review).

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.