ISTANTANEE- Anna Maria Farabbi: “Una pesca animosa” di Achille Serrao. Note di lettura

.

Indicare la riedizione di quest’opera è un atto d’amore verso un maestro a me carissimo, in me presente per la sua poesia e per la sua permanente attenzione alla poesia e alla poesia in dialetto. Anche per la sua persona onesta, diretta, passionale e avulsa da compromessi. 

Achille Serrao (1936. 2012) è stato direttore fino al 2012 della rivista Periferie e del Centro di Documentazione della poesia dialettale, Vincenzo Scarpellino. Il 15 ottobre 2015 a Roma, si è costituito il Centro Studi Achille Serrao, per mantenere viva la sua opera, ormai riconosciuta a livello internazionale. Il centro avrà cura di sostenere la riedizione delle sue opere, spesso disseminate in piccolissime case editrici, fuori catalogo o difficilmente trovabili. Ancora una volta Cofine, nella direzione di Vincenzo Luciani, ha il merito di contribuire con tutta la sua qualità. 

Quest’ opera si apre con una necessaria biografia del poeta dentro, cui in una chiara scansione cronologica, sono indicate le sue tappe fondamentali, con documentazione fotografica. Luminose presenze di uno spaccato grande della nostra letteratura si accendono, incontri, innesti. 

La prefazione è firmata da Manuel Cohen, finissimo critico, che porge in un modo penetrante e articolato l’identità dell’opera, dando strumenti di lettura al lettore, e ogni necessaria contestualizzazione. Ho molto apprezzato l’apporto di Cohen che ritrae con esattezza e eleganza, in una sintesi non riduttiva, il libro di esordio di Achille Serrao, uscito quando il poeta aveva trenta anni, nel 1966.  

Il volumetto fu stampato in proprio, e di poco precedette Coordinata polare.

L’opera non ebbe accoglienza entusiasta. Risulta fondamentale oggi, alla luce di tutto l’arco poetico di Serrao, studiarla e rivalutarla in un’analisi che metta in luce quanto era già emerso e intenso nel poeta. Di fatti, come rileva giustamente Cohen, Una pesca animosa ha in sé i cardini fondanti che si svilupperanno poi, nel passaggio dalla sua poesia in lingua a quella in dialetto di Caivano, nella radice linguistica paterna.   

Per coloro che volessero incontrare o approfondire la personalità e l’opera di Achille Serrao può farlo nel sito aa lui dedicato: www.achilleserrao.it 

Anna Maria Farabbi

.

 

.

Da Una pesca animosa, di Achille Serrao  

 

Preludio

Sopra di noi preludio di comete;
a farne desideri
un sabato di guerra di abissale calura.

E attorno al vuoto
irrivirente
il cielo ha spento
amori di stelle.
Ecco tu
torni ad essere arsura
usura d’anima,
ora che ritrovarci è sabbia
d’astri
in questa immensità
appena sussurrata
alla dimenticanza;

attraverso i tuoi occhi
una percussione di sensi
dolorosa, le mani attorte quasi inutili:
niente è ammantato stanotte.

 

.

 

Una pesca animosa. Poesie 1964-1960

Achille Serrao , Una pesca animosaEdizioni Cofine 2018

1 Comment

  1. grazie del suggerimento, nel passato avevo letto qualcosa di Serrao su alcune riviste, approfondirò sul sito a lui dedicato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.