ISTANTANEE- Anna Maria Farabbi: In otto parole. Aforismi di Maurizio Manco

.

Ricevo da la più povera casa editrice del mondo, così si autodefinisce entrando direttamente nel cuore intelligente e nella simpatia dei lettori, questo cammeo prodotto come sempre in pochissime copie, soltanto 11, e sigillate da un francobollo sotto una cometa stellare a spirale.  Quel diminutivo editoriale in realtà rafforza l’audacia scarna della proposta, sollecita una luminosità calda e preziosa.

La presentazione bibliografica di Manco Maurizio è trasversale e molto personale: ci colpisce in molti nodi. L’autore pratica ossessivamente il “vizio impunito” della lettura, con un’insana predilezione per gli scrittori suicidi; pesca perle letterarie e colleziona citazioni; da quando è rimasto folgorato sulla via di Cioran, scrive aforismi. Il titolo dell’opera si apre con l’impronta di Gesualdo Bufalino: 

un aforisma sta tutto in otto parole.

 

Comprendiamo immediatamente questa impostazione formale essenziale, esatta, fulminea e penetrante. L’aforisma, nella sua vertigine, induce alla lentezza della ruminazione, tanto più la corporeità del suo significato elargisce risonanze. Pizzico alcune corde d’oro di questo fuochino:

 

Facciamo ancora arte per decorare le nostre caverne.

 

Non ci si può riparare alla nostra ombra.

 

Il filo del discorso può diventare un cappio.

 

Se il sé è molteplice non moriremo soli.

 

Anna Maria Farabbi

 

 

Maurizio Manco, In otto parole. Aforismi– Fuoco Fuochino 2019

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.