PROPOSTE DAI LETTORI- una poesia di Graziella Poluzzi

migranti

.

POPOLI MIGRANTI

Mi chiami ‘mama’, mi chiedi ‘come stai?’
un largo sorriso, la bocca è una finestra
di bianco nel volto di colore,
mi chiedi i soldi di un caffè, ‘ho fame’,

senza una lira, ma ricco di speranze,
credi in un paese straniero, ami l’Italia più di noi,
che, in tanti, figli di questo suolo, vorremmo scappare,
mollare tutto; ci manca la forza di sognare.

Per te siamo la terra promessa, chi te l’ha raccontato?
Che ti hanno detto del paese dove fioriscono
i limoni?

In te, la volontà di sorridere per necessità,
la forza di credere in un futuro migliore
con la caparbietà dello stelo che cresce
nella fessura di un muro,
dei papaveri nati tra i sassi e le rotaie.

Nelle stelle cadenti dormono desideri nascosti,
sogni di un’alba rosata nel rosso del sole che tramonta.

Chi è ricco di speranze
porta il futuro sulle proprie spalle.

Graziella Poluzzi

.

migranti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.