ASSORBE TUTTA LA LUCE E LA TRASFORMA. Zara Finzi e le forme della neve. – Recensione di Loredana Magazzeni

federica galli

.

assorbi tutta la luce
e la trasformi.
perché allora non
fai di me
una creatura provvisoria
poco più di un
pulviscolo di inutili spaventi

.

Solstizio d’inverno, festa del Sole o, più tradizionalmente, Natale mi danno l’occasione per accompagnare brevemente un bel libro di poesie sulla neve, uno dei più bei libri di poesia scritti negli ultimi anni dalla poetessa di origine mantovana, ma residente a Bologna, e amica del Gruppo ’98 poesia, Zara Finzi.
La sua vocazione poetica è indubbia, non narcisistica, ma necessaria e vitale. Nelle sue poesie Zara riflette sul senso della sua vita e, più in generale, su quella di tutti, con uno stile chiaro, netto, fatto di immagini ben stagliate che producono pensiero, e di un lavoro di cesello che ne affina le fattezze.
Non pratica il poetese, Zara, ama la scrittura diretta, che da un episodio della vita, anche minimo, sortisce pensiero e riflessione vitale. La chiamiamo, fra noi, la poeta filosofa, e le riconosciamo, con stima e affetto, questa chiarezza e questa eccellenza di scrittura.
I suoi maestri dichiarati sono i poeti francesi, un nome fra tutti, Yves Bonnefoy, con cui ha intrecciato per molti anni una assidua corrispondenza. Corredato da una partecipata prefazione di Vivian Lamarque e da una originale postfazione di una metereologa, Tiziana Paccagnella, e da note dettagliate dell’autrice sulle “occasioni” e suggestioni da cui sono nate le poesie, il libro si snoda su infinite variazioni del candore e del bianco, ricavandosi una nicchia più che decorosa nel novero delle poesie dedicate alla più sognante e attesa
fra le precipitazioni atmosferiche.
Per anni Zara, lo so, ha coltivato il desiderio di scrivere della neve e, con pazienza e lentezza, simile alla lentezza che la neve impiega nel cadere, ha atteso e selezionato poesie che nascessero da lei e per lei.
Così ha fatto e il risultato è eccellente, filosofico, leggero e carico di leggerezza e di profonda Letizia (che è anche il nome della nipote, cui il libro è dedicato), con cui intreccia un dialogo incessante, così come con i luoghi, le persone, gli istanti della vita. Scendi, neve e tutto ricopri. Facci sognare.

Loredana Magazzeni

.

federica galli

.

Testi tratti da  Le forme della neve, Zara Finzi

 

ieri è già eterno se
altro tempo cade nella
memoria.

dove siete andate
a fiorire?
le tue mani aperte
a delta dove io
mento, dove ancora ti
continuo a mentire.

resta qualcosa che seguita a
smentire: i vetri nevicati, i
campi, dove la neve già si incrina

.

assorbi  tutta la luce
e la trasformi.
perché allora non
fai  di me
una creatura provvisoria
poco più di un
pulviscolo di inutili spaventi

.

cade ora, cade madre
ora, la neve in
aleppo. la sua distesa
sorvegliata dal vento e dalla
notte, cade ora, cade
madre, annuncia l’esilio.

nella luce della vigilia
a dismisura trascolora
quanto di te è già
bianco e cade, cade
ora, madre, annuncia

.

allora i campi innevati si
rivolgevano a me come se
mi conoscessero. ricevevo
dalle loro mani la
lieve ostia che monda.
il mondo era al suo
stato germinale e io
con lui

.

 

 

Risultati immagini per Zara Finzi, Le forme della neve- Manni 2018

Zara Finzi, Le forme della neve- Manni 2018

con prefazione di Vivian Lamarque.

.

Risultati immagini per Zara Finzi

NOTE RELATIVE ALL’AUTRICE

Zara Finzi , mantovana, risiede a Bologna. Laureata con una tesi in filosofia estetica sotto la guida di Luciano Anceschi, insegna Lettere negli Istituti Superiori. Pubblica le sillogi: Gemente Seflente ( ed.Centauro) con introduzione di Ezio Raimondi, Il trimestre mancante (ed Il Girasole), Compensazioni  (ed.Raffaelli), due  plaquettes ( ed.Pulcinoelefante), il romanzo Verso il giardino( ed CFR). Con l’editore Manni ancora poesia: La porta della notte, Per gentile concessione, Escluso il ritorno,e Le forme della neve (.prefazione di  Vivian Lamarque). Ha un lungo, fruttuoso rapporto epistolare con  Yves  Bonnefoy.

One thought on “ASSORBE TUTTA LA LUCE E LA TRASFORMA. Zara Finzi e le forme della neve. – Recensione di Loredana Magazzeni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.