TRASMISSIONI DAL FARO- Anna Maria Farabbi: Sul ponte Giorgio Mazzon e Gianfranco Maretti Tregiardini

il po verso le valli del delta

.

Oltre al grande lavoro di ricerca nello scoperchiare qualità di autori e autrici, al punto da creare un catalogo notevole, Il Ponte del Sale negli anni si è fatto portatore degli ori del grande territorio veneto, aprendoli alla luce con una cura estetica pregevole.   La pazienza ostinata, tenace, innamorata di Marco Munaro è poetica: assume in sé naturalmente l’inquietudine e la generosità propria della poesia, soprattutto nel cercare, custodire e diffondere. Con tutto lo sforzo personale e economico che questo comporta.

Spesso ho firmato su queste carte il mio apprezzamento verso opere edite dalla casa editrice di Rovigo. Ora porgo l’attenzione dei viandanti della rete su due libri usciti, entrambi non casualmente nello scorso maggio, congiungendoli nell’unica dimora del mio faro.

In calmissima luce, con Giorgio Mazzon nel Delta del Po un coro di  autori e autrici, molti dei quali hanno affiancato e sostenuto Il ponte del Sale, come Luigi Bressan, Luciano Caniato, Maurizio Casagrande, Gabriele Codifava, Pasquale Di Palmo, Andrea Longega, Marco Molinari, Massimo Munaro, Stefano Strazzabosco… donano un proprio lavoro per incontrare le splendide foto di Giorgio Mazzon.

Personalmente non conoscevo questo autore. L’opera mi ha aperto finestre. Mazzon è uno degli ultimi maestri della millenaria bottega veneta: pittore, scultore, decoratore, scenografo, fotografo. Affidò agli amici un rullino di 36 immagini scelte insieme a Danilo Sartoni tra le migliaia scattate negli anni nel suo Delta. Nacque a Rosolina nel 1948.

Una dopo l’altra sfogliamo queste foto e ci raggiunge l’odore dell’acqua, la luce che ci copre il corpo, mentre l’assorbiamo lentamente, ci restano i segni delle reti, la solitudine filiforme degli alberi, la speculare immagine dei ritratti, la geometria delle assi quasi naufragate nello sciacquio. Questo è il destino benedetto di questa terra veneta continuamente erosa dal fiato dei venti salmastri, da una luce calmissima popolata di creature lente, acquose. In questo concerto sinfonico l’assolo magnifico di Gianfranco Tregiardini scolpisce con un dito l’acqua

 

Alla luce piace aprirsi non filtrare.

Ma inutile maestra fu agli umani.

 

A Gianfranco Marietti Tregiardini, Il ponte editore dedica Con l’ultimo treno della sera, con introduzione partecipata, se non accorata, dello stesso Marco Munaro. Un abbraccio di congedo che si sporge all’orizzonte promettendo molti altri doni lasciati inediti, quaderni, poesie sparse, diari, lettere. Paolo Valesio porta altra sostanza nell’annunciare quest’opera postuma, invitando i lettori.

Tra le carte abbiamo più volte elogiato l’opera di Maretti nelle sue traduzioni dall’amato Virgilio: la sintesi folgorante, epifanica, che sforbicia improvvisa e disarma.
Qui in queste impronte essenziali il tempo fatato ha una leggerezza calviniana appuntita, precisa:

 

Con l’ultimo treno della sera

i poeti pinocchi se ne tornano,

e sono teste sorridenti a ciondolare.

In un paesebello dei balocchi

hanno comprato alambicchi e sfere.

Ognuno dimenticherà la sua fermata.

 

L’opera si arricchisce con un inserto iconografico: spartiti in cui l’inchiostro calibra onde e modulazioni tra le viscere della poesia. E’ una coda luminosa che ci affascina e contamina.

Vorrei sì che il Ponte editasse ancora un’opera di questo poeta totale per assistere la poesia nel suo farsi sulla carta organica tra inchiostri figurativi, in certosini alfabeti magici.

Penso a quanto ho amato nel pullulante, infinito, caleidoscopico  diario di Frida.

Forse solo Marco Munaro può esaudire.

Nella splendida copertina s’imprime tra le altre una mano fosforescente: colta da una rielaborazione grafica da la cueva de las manos, Patagonia, 7000. a.c.

 

Anna Maria Farabbi

.

 

Giorgio Mazzon . Marco Munaro- In calmissima luce, con Giorgio Mazzon nel Delta del Po- Il Ponte del Sale 2018

Gianfranco Maretti Tregiardini, Con l’ultimo treno della sera – Il Ponte del Sale 2018

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.