TRADUZIONI TRADIZIONI- Daniela Raimondi: Alcune poesie di Adrienne Rich

xing jian

.

Adrienne Rich (Baltimora, 1929 – Santa Cruz, 27 marzo 2012) iniziò la sua carriera di poeta vincendo il premio Yale Series of Younger Poets, che le permise di pubblicare il suo primo libro. W. H. Auden, che presiedeva la giuria quell’anno, scrisse l’introduzione al volume. Nel 1953 sposò l’economista Alfred Conrad e due anni dopo pubblicò il suo secondo libro. Ma è solo con il terzo libro Snapshots of a Daughter-in-Law (1963), che venne riconosciuta come una delle scrittrici americane più importanti. Col marito e i tre figli si trasferì nel 1966 a New York dove venne a contatto con l’attivismo sociopolitico del periodo. Nel 1969 Rich si allontanò dal marito e divenne attivista dei movimenti di liberazione femminista. Nel 1974 il volume Diving Into the Wreck ricevette il «National Book Award for Poetry.  Rich rifiutò di ritirare il prestigioso premio a titolo personale, decidendo invece di accettarlo  a nome di tutte le donne che restano in silenzio. Le posizioni radicali femministe di Adrienne Rich si consolidarono quando nel 1976 si dichiarò lesbica.  Dal 1999 iniziò a vivere a Santa Cruz, in California, con la compagna. Nel febbraio del 2003, Adrienne Rich e altri poeti, per protestare contro la guerra in Iraq, rifiutarono di partecipare a una conferenza alla Casa Bianca.  Adrienne Rich è morta il 27 marzo 2012.

.

After Dark

1)

You are falling asleep and I sit looking at you
old tree of life
old man whose death I wanted
I can’t stir you up now.

Faintly a phonograph needle
whirs round in the last groove
eating my heart to dust.
That terrible record! how it played

down years, wherever I was
in foreign languages even
over and over, I know you better
than you know yourself I know

you better than you know
yourself.   I know
you   until, self-maimed,
I limped off, torn at the roots,

stopped singing a whole year,
got a new body, new breath,
got children, croaked for words,
forgot to listen

or read your mene tekel fading on the wall,
woke up one morning
and knew myself your daughter.
Blood is a sacred poison.

Now, unasked, you give ground.
We only want to stifle
what’s stifling us already.
Alive now, root to crown, I’d give
-oh,  – something – not to know
our struggles now are ended.
I seem to hold you, cupped
in my hands, and disappearing.

When your memory fails –
no more to scourge my inconsistencies –
the sash cords of the world fly loose.
A window crashes

suddenly down.  I go to the woodbox
and take a stick of kindling
to prop the sash again.
I grow protective toward the world.

.

Quando arriva il buio

1.

Ti stai addormentando e io siedo e ti guardo
vecchio albero di vita,
uomo anziano di cui ho desiderato la morte
e che ora non posso resuscitare.

La punta di un grammofono
ronza piano nellʼultimo solco
sbrana il mio cuore fino a farne polvere.
Disco terribile! Suonato

per anni, ovunque fossi
persino in lingue straniere
ancora e ancora, Ti conosco meglio
di quanto tu conosca te stessa. Ti conosco

meglio di quanto tu conosca te stessa    Ti conosco
meglio fino a che mutilai me stessa
e me ne andai zoppicando, ferita alle radici,

per anno intero smisi di cantare,
per poi ritrovarmi con un corpo nuovo, un nuovo respiro,
ebbi dei bambini, gracidai cercando le parole,
dimenticai di scrivere

o di leggere il tuo mene tekel che sbiadiva sul muro,
poi una mattina mi svegliai
e scoprii di esserti figlia.
Il sangue è un veleno sacro.

Ora, senza che ti sia richiesto, retrocedi.
Noi vogliamo solo soffocare
quello che già ci soffoca il respiro.
Viva, adesso, dalle radici al capo,

Oh!  Quanto darei – per non sapere –
che le nostre guerre sono finite.
Mi sembra di tenerti nella coppa
delle mie mani, mentre ti dissolvi.

Quando la memoria ti tradisce –
più nessuno flagella le mie incoerenze –
Le corde della finestra che sostengono il mondo
volano libere.
La finestra di colpo cade.

Vado a cercare fra la legna un bastoncino
per puntellare di nuovo la finestra.
Divento protettiva verso il mondo.

.

xing jian

.

2

 

Now let’s away from prison –
Underground seizures!
I used to huddle in the grave
I’d dug for you and bite

my tongue for fear it would babble
– Darling –
I thought they’d find me there
someday, sitting upright, shrunken,

my hair like roots and in my lap
a mess of broken pottery –
wasted libation –
and you embalmed beside me.

No, let’s away.  Even now
there’s a walk between doomed elms
(whose like we shall not see much longer)
and something”grass and water”

an old dream-photograph.
I’ll sit with you there and tease you
for wisdom if you like,
waiting till the blunt barge

bumps along the shore.
Poppies burn in the twilight
like smudge pots.
I think you hardly see me

but – this is the dream now –
your fears blow out,
off, over the water.
At the last, your hand feels steady.

 

2.

Adesso, via dalla prigione!
Attacchi sotterranei!
Spesso mi rannicchiavo nella tomba
che per te avevo scavato e mi mordevo

la lingua temendo di iniziare a balbettare
– Caro –
Pensavo che prima o poi mi avrebbero trovato là
seduta, la schiena diritta, rinsecchita,

i capelli come radici e in grembo
cocci di terracotta –
offerte sprecate –
e tu imbalsamato al mio fianco.

No, andiamo via.  Ancora oggi
resta un sentiero tra gli olmi condannati
(come non ne vedremo più)
E qualcosa – erba e acqua –

la vecchia fotografia di un sogno.
Là ti siederò accanto, punzecchiando
la tua saggezza, se ti va,
e aspettando fino a che la chiatta

batta contro la riva.
Papaveri bruciano nellʼultima luce del giorno,
simili a bracieri di argilla.
Tu quasi non mi vedi, penso

ma –adesso questo è il sogno –
le tue paure si spengono,
via, sullʼacqua.
Finalmente, la tua mano è stabile.

1964

Traduzioni a cura di Daniela Raimondi

.

xing jian

.

4 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.