PASSAGGI CON FIGURE – Elianda Cazzorla: Era il 1978

elianda cazzorla- porto rosso monopoli 2014

.

Di domenica, nella prima fase del risveglio, continuo a tenere gli occhi chiusi con la speranza di riprendermi i brandelli dell’ultimo sogno. C’era il mare e poi… Stamattina non funziona. O almeno così mi sembra. Forse perché  non sono nel mio letto. Sono nell’Altradimora, a Caranzano. E tutto il corpo é vigile. Sento rumori impercettibili.  Non riesco a decifrarli. Sono sulla mia testa. E allora apro gli occhi. Soffitto di travi. Solide e rassicuranti. Tetto di tegole. Cinguettii ritmati. 7.05. Uccelli!  Tortorelle e passeri. Sono loro che zampettano. E vedo nonna che aveva le galline. Sul terrazzo. Pio. Pio. E poi le amiche in classe. E la sabbia tra l’alluce e il secondo dito. La colonia a Porto Rosso. Il mare.
.

casale altradimora- foto d’archivio

.

E di nuovo i banchi. E poi l’università. Tu tu. Il treno. Arriva il 1978. Io me la ricordo Tina Lagostena Bassi. Mi ricordo il suo portamento superbo da divinità greca. Giglio eretto,  proteso verso il cielo, lontana dall’erbaccia degli omuncoli ridens, nel processo a Fiorella. Mi ricordo quei visi dai mezzi sorrisi, con la pettorina di pizzo bianco appesa al collo, chiusi nella toga nera,  da avvocato, e parlavano di tette, piacere e puttane. E lei, Lagostena, giglio puro la difendeva. Fiorella. Il vestito bianco e il viso triste. Fiorella. Povera piccola. Zampettano e trillano. Riapro gli occhi. “Processo per stupro.” L’ho visto ieri nella stanza dei drappi. Non ricordavo che erano in quattro. Tutti sposati. Uno di seguito all’altro, la prendono e non pagano nemmeno, perché non li ha soddisfatti. L’accusano anche di questo. E intanto nella deposizione continuano a sbatterla per terra. La costringono in ginocchio.

-Ma lei -dice uno dei ridens – poteva ribellarsi con un morsetto al posto giusto. Tutti sanno che è un posto delicato.  In quella posizione. Poteva bloccarli.

– Ma chi!? – Sulle spalle di Fiorella batteva un bastone che gliele avrebbe spezzate. E nelle orecchie minacce. Ricatti. Parole in forma di paura.

– Se non lo fai ti uccidiamo. – Quattro uomini e una ragazzina.

.

.

E lei si chiama Loredana, é al centro della stanza dei drappi, no allora non conoscevo il suo nome, ha gli occhi fissi e umidi, tutt’attorno divani cuscini donne e uomini che guardano le immagini che scorrono sul muro, guardano con lei. Processo per stupro. Ha una maglietta verde. Seduta per terra, si stringe le gambe al petto. Capelli bianchi. Occhi azzurri. É più forte la mia o la sua emozione? Sono con lei e le altre e gli altri. Lei, quella donna,  cosa rivive adesso? Ha girato quelle scene, ha messo il microfono davanti alla bocca dei colpevoli, ricevendo rifiuti e altro da censurare, ha condotto il dibattito in tv, con uno schieramento di donne, di fili e di microfoni, in tempi impensabili per la tv di stato, Loredana Rotondo, allora non la conoscevo, una delle autrici di quel processo che scosse l’Italia. Quella donna cosa prova?
.

elianda cazzorla- loredana rotondo e monica lanfranco, 19 maggio 2018- altradimora- caranzano (al)

 

Cosa rivive adesso, dopo 40 anni. A lei che hanno tolto il passaporto e che per quattordici anni é stata in attesa di giudizio per aver denunciato quei fatti. La guerriera indomabile sorride con dolcezza infinita. Lei ha vinto. E noi le battiamo le mani. Felici d’essere con lei e con chi ha preso la staffetta. Lorella Zanardo che con il Corpo delle donne ha continuato la sua opera. 

.

.

Che dire Monica Lanfranco, ha organizzato un laboratorio nell’AltraDimora di una intensità emotiva che lascerà tracce. In tutte le donne e gli uomini che hai riunito tra le tue coloratissime tende, hai rigenerato in noi il desiderio di continuare a combattere, per la dignità e la libertà femminile.  E ora doccia. Gli uccellini sono tutti volati via. Non c’è tempo da perdere.

Elianda Cazzorla
.

altradimora- monica lanfranco, 19 maggio 2018

 

 

 

RIFERIMENTI IN RETE:

Altradimora – Officina dei saperi femministi

http://www.ilcorpodelledonne.net/documentario/

https://www.youtube.com/watch?v=8w22JHWbw1g&t=12s  per chi volesse guardare tutto il documentario con la regia di Loredana Rotondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.