TERRE DI INCIPIT- Michele Anelli Monti: Nessuna separazione

alex grey

.

Re(s)piro
la sacralità
negli atti quotidiani
nei riti del sole
ritorno
ricordo
chi è
mio padre
chi mi è  
eguale
lezioni martellano     
il pensiero
la memoria

le mie mani odore di eterno

intravedo
la materia
mi sostanzia
nessuna separazione
la mente
campo di forze
il pensiero è un ragno
velocissimo
si arrampica nella tela
dei     neuroni
degli elettroni
si scontrano

sottile
l’io
canna di bambù
oscilla
nel vento
del tempo
nulla
è mio
ogni     negazione
è la      riaffermazione
sempre una
in moltitudini
di azioni
lezione
che si dissemina
nel cosmo
legge la natura
dalla semina
alla mietitura
che raccolgo
nella vita
per ricordarmi
l’assenza     di
distinzione

.

alex grey

.

             Io
centro
di un    quadrato
           solco    nel suolo
terroso dentro  e fuori
           la vita  e la morte

             ora
i quattro       angoli
roteano        in una spirale
ascendente  senti come danzano
  pulsa nel loro canto

      il quadrato
pilastro      del creato
dualità   materiale posa
nel cerchio che lo racchiude
la continuità dell’essere
           uno

.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...