CINEMATOGRAFIA E DINTORNI- Adriana Ferrarini: VERSO KLEE. IL DILEMMA DELL’INVISIBILE.

foto di scena-verso klee

tam3

.

 

Pochi giorni fa al Liceo Artistico Modigliani di Padova il TAM Teatromusica, ha presentato il suo ultimo spettacolo VERSO KLEE che già da alcuni mesi il gruppo porta in giro attraverso l’Italia.

Tam Teatromusica è una  compagni di teatro di ricerca fondata a Padova 1980 che si definisce per  l’incrocio di linguaggi visivi e musicali, dalla musica alla performatività, dall’installazione al video e che trovano una sintesi nel teatro.

Negli anni 90 ha dato vita ad al progetto Teatro Carcere, un laboratorio permanente realizzato con un gruppo di detenuti del carcere Due Palazzi di Padova. Altra linea di ricerca più recente si lega al desiderio di avvicinare e coinvolgere gli spettatori più giovani all’arte e consiste nel tradurre la pittura in teatro.

Quindi, dopo Chagall (Anima Blu), Picasso (Picablo), gli artisti del TAM guidano gli spettatori attraverso la magia onirica e leggera dei quadri di Klee. Pesci dorati, uccelli fantastici, cascate di lettere, scie di segni misteriosi, arabeschi di città orientali e cieli notturni con lune immense si sgranano davanti agli occhi del pubblico. Mentre due attori con indosso maschere di cartapesta si muovono come enormi burattini, la voce di un bambino dice le cose assurde e irresistibili che solo i bambini sanno dire:

– Cosa desideri?

– Una sfera di vetro.

– Quanto grande?

– Circa come la luna quando è piena.

foto di scena-verso klee

Tam teatro

Sono parole tratte dalle poesie del pittore stesso che con i suoi dipinti, dai titoli liricamente infantili, ci conduce in un mondo di cui tutti portiamo dentro, inconsapevoli, la nostalgia, noi che abitiamo, “la fosca valle degli uomini”[1].

D’altronde come ha affermato lo stesso Klee, “l’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è”.

Sarà per questo che guardando la magia colorata delle sue opere o il segno sottile delle sue acqueforti, “una misteriosa allegria ci solleva per aria”, per ripetere le parole del bambino di cui nello spettacolo del TAM sentiamo la voce ma che non compare mai in scena.

Non è un caso. Credo che gli attori del TAM abbiano voluto in questo modo rendere protagonista  proprio l’invisibile. Se è ammirevole l’intento, non posso dire però che si realizzi in questo loro lavoro. Infatti dopo i primi momenti di delicato lirismo e alcune immagini deliziose, lo spettacolo stenta a decollare, le attese restano deluse, si avverte un senso di inutilità..

D’altronde l’invisibile non è cosa da poco. E la leggerezza fantastica con cui Klee riesce a farcelo intravvedere è inimitabile.

 

Adriana Ferrarini

foto di scena-verso klee

Tam teatro.1

..

[1] Dalla poesia Due montagne di Paul Klee, Poesie, a cura di Giorgio Manacorda, Guanda, Parma 1995

 

Due Montagne

Ci sono due montagne dalle cime chiare e luminose,

il monte degli animali e il monte degli dei.

Tra l’uno e l’altro sta la fosca valle degli uomini.

Se mai uno leva lo sguardo in alto

è pervaso da un vago, insopprimibile desiderio

– egli che sa di non sapere – di quelli che non sanno di non sapere,

di quelli che sanno di sapere.

 

Zwei Berge

Zwei Berge gibt es auf denen es hell ist und klar,

den Berg der Tiere und den Berg der Götter.

Dazwischen aber liegt das dämmerige Tal der Menschen.

Wenn einer einmal nach oben sieht,

erfasst ihn ahnend eine unstillbare Sehnsucht,

ihn, der weiss, dass er nicht Weiss

nach ihnen, die nicht wissen, dass sie nicht wissen,

und nach ihnen, die wissen, dass sie wissen.
.

.

Riferimenti in rete:

http://www.tamteatromusica.it/ospitalita/verso-klee

http://www.saltinaria.it/recensioni/spettacoli-teatrali/verso-klee-tam-teatromusica-teatro-dell-arte-milano-recensione-spettacolo.html

http://www.crtmilano.it/project/verso-kleeun-occhio-vede-laltro-sentetam-teatromusica/

.

cover klee poesie

 

Paul Klee, POESIE- Absconditer Edizioni
a cura di Giorgio Manacorda
traduzione di Ursula Bavaj e Giorgio Manacorda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...