ISTANTANEE- Fernanda Ferraresso: giusto un flash a proposito di “L’anno di Giorgia” di Mila Lambovska

fabio carmignani -cover

Fabio Carmignani

.

Proponiamo in anteprima alcune poesie estratte dalla raccolta poetica L’anno di Giorgia,  a breve in uscita ad opera di Scalino, casa editrice bulgara, curata da Emilia Mirazchiyska, che avrà in copertina un’opera del pittore italiano  Fabio Carmignani www.fabiocarmignani.it ). Le traduzioni dei testi originali, dal bulgaro in italiano, sono a cura di Alessandra Bertuccelli ed Emilia Mirazchiyska. In attesa dell’uscita del libro crediamo che già questa breve carrellata di testi riesca a dare  i timbri e lo sguardo di un’autrice da conoscere anche nel nostro paese.

f.f.

**

 

Da L’anno di Giorgia, di Mila Lambovska

 

Tutta agghindata martedì si dà alle fantasticherie
.
ti riempi il bicchiere di brandy
invecchiato nelle imperscrutabili botti della paura
guardi la passione
con gli occhi del buon vecchio James Webb
racconti con eccitazione
di come i bachi da seta si rinserrino
impauriti dal bagliore della luce
ma chi ci casca
assillanti voci maschili
scalfiscono i muri tra noi
osservo
attraverso un buchino su una foglia di gelso
il bozzoletto
con cui ti sei aggomitolato il cuore
non prendo la mira

.

Mantra bulgaro del giovedì
.
i grilli solleticano il pancino
dei girasoli
il mio riso aleggia sui pennacchi
soffia sul nido delle aquile
si metterà a giocare con gli aquilotti
o volerà via verso il Mar Egeo?

.

La cornacchia al crepuscolo
.
scampata allo scroscio
riuscirà a saldarsi
al corno rotto dell’unicorno?

.

Penetrazione
.
sprofondo
nell’oceano
fantasticando sulla morte

un remo la pala dritta
scivola
nel terriccio

l’inconscio
getta l’ancora
sulla terra ferma

Traduzione di Alessandra Bertuccelli

.

Andemo da Florian
.
le acque calme del tramonto
sfogliano le pagine del Corriere della sera
gli uomini leggono avidamente
ogni donna che passa
la laguna soddisfa le sue fantasie
con i turisti
i cambiamenti sarebbero stati insignificanti
se fossimo tornati nel febbraio del 1760
quando il conte Gozzi cominciò
con le cronache del gossip e fondò
la Gazzetta veneta

.

Caccia di anatre selvagge
.
non posso ritornare
nè arrivare

non ritornerò
arriverò?

non ritorno
se arriverò

non sono ritornata arrivo
?

.

Le anatre sono estremamente circospette. E’ opportuno che si scegla un’anatra e ci si dirige l’attenzione a lei. Per avere successo si sta in agguato alla preda – caccia in piedi, come la chiamano alcuni, nel tempo del volo mattutino o serale.

.

Non è una poesia
.
Tutti siamo feriti
ma gli uomini sciupati
dai loro traumi
sono quasi sfiniti dal loro peso
Ho la sensazione che con gli anni
diventino sempre più fragili
come la porcellana

Traduzione di Emilia Mirazchiyska

 

NOTE SULL’AUTRICE – Mila Lambovska

Nata nel giorno del solstizio di dicembre in un paese della Bulgaria si è laureata all’Università degli Studi di Sofia, specializzandosi in psicologia clinica e consultativa. Svolge la sua attività pratica come psicologa anche nel settore dell’astrologia psicologica. Lavorare con le persone è motivo di continua ispirazione. L’esperienza di cui si è arrichita negli anni è per lei materia su cui lavora con assiduità  anche nella sua attività di editor di molti testi letterari. E’ autrice di tre raccolte di poesie pubblicate in Bulgaria, la prima Ode per Ghizu-Bazu, pubblicata nel 1996 in poche copie con lo pseudonimo Mila Kirovaz, e altre due, pubblicate dalla casa editrice bulgara Janet  45: lilà (2007) e Tango con tigre (2013).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...