Cristiana Pagliarusco – Georgia O’Keeffe: l’innata necessità di sentirsi al plurale – Proposta di rilettura

Georgia O’Keeffe

keeffe

.

La poeta Adrienne Rich, parlando del processo creativo e della sua relazione con l’arte, con l’amore, la perdita, dice che una poesia spesso nasce da un qualcosa di visto, sentito, una melodia, un articolo, un libro, o una combinazione di tutto questo, e che nell’atto della scrittura si trova una liberazione emotiva.Continua e dice che il desiderio sottende a tutta l’arte, l’amore per la vita, per l’esistenza, l’amore per un altro essere umano, sia questo un amore rabbioso, oscuro, o doloroso. L’arte lo mostra tutto, specialmente quando lo hai perduto

Adrienne Rich

https://soundcloud.com/brainpicker/adrienne-rich-on-art

L’arte si traduce in quella necessità interiore di cui Kandinsky scriveva nel 1918 in “Lo Spirituale nell’Arte”, per cui l’artista deve essere cieco nei confronti delle forme riconoscibili e non riconoscibili, sordo ai dettami e desideri del suo tempo, ma con gli…

 

Continua qui: https://cartesensibili.wordpress.com/2014/02/09/cristiana-pagliarusco-georgia-okeeffe-linnata-necessita-di-sentirsi-al-plurale/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.