LEIÈMARIA in ABSE – Lettura critica di Milena Nicolini- PROPOSTA DI RILETTURA

alaya gadeh

alaya-gadeh26

.

LEIÈMARIA è pubblicato il primo giorno dell’anno 2013, e ABSE poco dopo, il 25 gennaio. Non solo si sente la comune matrice, ma i temi, i luoghi, i segni si intrecciano, ritornano dall’uno all’altro, illuminano reciprocamente di senso, come un unico testo. Non soltanto nella data di pubblicazione, che forse peraltro è casuale e non vuole indicare la reale successione delle due scritture, LEIÈMARIA  precede, prepara ABSE. All’impegno preso nella stanza del trono, cioè dell’elettroshock a Scarlitz, “Rispondi a loro. Dì a loro cosa farai per loro. Per quelli come loro. Hanno fretta, hanno la morte in bocca, non la parola. Vogliono essere salvati.” (1), Anna risponde con ABSE: “Dedico il mio lavoro a Tereska”. Tereska, una bambina cresciuta in un campo di concentramento, la cui foto in un centro psichiatrico del 1948 (2) ci inchioda con occhi che probabilmente non hanno riso più, occhi sbarrati su di noi come lame, ma che sembrano guardare per sempre altrove da noi (o profondamente in noi?), un orrore indicibile, irrappresentabile; così come la sua casa, che le hanno chiesto di disegnare sulla lavagna, è un inesplicabile groviglio di segni curvi che tornano e ritornano ad intrecciarsi. “ Io credo nella poesia. E credo che la poesia non ha vinti né vincitori (…) credo che la poesia abbia un petto splendido in grado di cantare da solo, intensamente, intimamente… corpo a corpo.” (3). Lapreghiera per l’utilità della mia poesia, espressa in Avemadrìa, è come un’eco in “da Gaza al resto del mondo”: “Io sono una piccola poesia femmina di voce o di carta/ un palmo laico in offerta  contro vento/ contro il delirio dell’io del d/io/ contro la cultura del lutto e del possesso.” (4)   

In LEIÈMARIA  è come se si tracciassero i fili che faranno dell’abse un pieno

CONTINUA QUI: https://cartesensibili.wordpress.com/2013/09/18/leiemaria-in-abse-lettura-critica-di-milena-nicolini/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...