J. Brodskij- testimonianze della bellezza- PROPOSTA DI RILETTURA

.

“In ultima analisi, anche se uno scrittore pensa il contrario, egli è soltanto uno strumento della lingua, uno dei mezzi dell’esistenza della lingua. Siamo immersi nella lingua come dei corpi nell’acqua”.

E così che Josif Brodskij, premio Nobel per la letteratura, scrive nella nota finale all’edizione italiana di Fermata nel deserto (a cura di G. Buttafava, Mondadori, Milano 1979); quasi a voler ribadire, prima ancora che come poeta, il suo rapporto da essere umano con la parola.
Ci chiediamo, mi chiedo, come sia possibile che una raccolta del genere, che comprende un arco poetico che va dal 1962 al 1974 circa, e che segna l’ingresso nella poesia mondiale di uno dei maggiori poeti russi del secolo scorso, sia reperibile oramai solo dall’immemoriale scaffale di una biblioteca comunale/nazionale ben fornita. Io, mio malgrado, ne posseggo soltanto una fotocopia.
E avevo sottolineato una poesia, a futura memoria, una poesia che oggi, a distanza di dieci anni, trovo di una meraviglia pura, e di cui riporto un brano, solo l’inizio:

Colloquio con un celeste. Qui sulla terra dove
cadevo in estasi o in eresia
dove, scaldandomi nei ricordi degli altri,
vivevo come un ratto nella cenere,
dove peggio d’un topo
rodevo il dizionario in corpo otto
di una lingua che a me è materna e a te straniera
e dove, grazie a te, fisso dall’alto
me stesso, non scorgendo
in nessun modo un luogo da toccare
con il verbo, non dominando più la gola,
soffocando per un cenno…

 

CONTINUA QUI: https://cartesensibili.wordpress.com/2009/11/21/j-brodskij-testimonianze-della-bellezza/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...