VI RACCONTO UN LIBRO- Milena Nicolini: TALAMIMAMMA di ANNA MARIA FARABBI- PROPOSTA DI RILETTURA

giulia incani- illustrazioni e cover

fronteretro_cover_6.

Dodici mesi intervallati da disegni che sembrano fantasie oniriche di un botanico: le piante non perdono nessuno dei propri particolari di genere, ma come se un vento liberty fosse passato ad allungare in morbide e misteriose volute radici, steli, foglie. Come se per ritrosia le piante celassero le proprie bellezze più eclatanti e note, per offrire al flash del paparazzo improbabili scorci, visuali inconsuete. Come se fossero guardate da un occhio alieno. Quello dei bimbi, appunto.
Se ci pensiamo, infatti, i bambini vedono da alieni. E si comportano da piante come quelle disegnate: quando, ad esempio, rifiutano di essere esibiti in posa, e si esibiscono in smorfie, contorsioni di membra (soprattutto le gambe, avete presente?) umanamente impossibili. Piante, alieni. Fa bene la disegnatrice Giulia Incani, nella parte terminale del libro lasciata a disegni da colorare, fa bene a proporre immagini spesso di non immediata decifrazione, se non interverrà colore, ma anche ulteriore segno e narrazione dei particolari: ad esempio nel primo disegno c’è un pulcino nel nido, sì, ma che potrebbe, e forse così è, navigare in un mare con tanto di spuma d’onde. Due misteriose palline (più che uova, forse le boccette di vetro che si criccano nella pista di sabbia) galleggiano nel mare. Vi immaginate cosa può farci un bambino? Ma non meno interessante il secondo disegno, che potrebbe essere preso direttamente da un film di De Palma, col ragno che arriva senza dubbi sui suoi intenti sulla preda-mosca, catturata nella tela (che sembra terra viva, con zolle munite di occhietti) e già nella resa a zampe larghe, in rassegnata attesa. Crudele? Spaventoso per i bambini? Da stigmatizzare e censurare come qualche tempo fa la matrigna disneyana di Biancaneve o il lupo ingordo di Cappuccetto Rosso? No. E sono proprio le poesie connesse a questi disegni di Anna Maria Farabbi che ci convincono.

che cos’è se non il mistero di una mappa sensibile
e carnivora cos’è se non la perfezione
tessuta da un filo invisibile
che ora davanti a me brilla di brina

che cos’è

se non la terribile bellezza
dentro cui muore la mosca? 1

CONTINUA QUI:

https://cartesensibili.wordpress.com/2014/11/14/vi-racconto-un-libro-milena-nicolini-talamimamma-di-anna-maria-farabbi/

RICORDIAMO AI NOSTRI LETTORI CHE ANNA MARIA FARABBI SARA’ PRESENTE AL FESTIVAL DELLA LETTERATURA DI MANTOVA 2015

Anna Maria farabbi a Mantova

Advertisements

4 pensieri su “VI RACCONTO UN LIBRO- Milena Nicolini: TALAMIMAMMA di ANNA MARIA FARABBI- PROPOSTA DI RILETTURA

  1. segnalo che

    giovedì 10 settembre alle 10,30 nella chiesa di san Barnaba, Anna Maria Farabbi sarà ospite di Festivaletteratura di Mantova. Evento n. 24
    Così nel programma:
    Anna Maria Farabbi con Antonio Prete: l’oro della poesia bambina
    Umbra dell’Appennino tra Umbertide e Gubbio, Anna Maria Farabbi incrocia dialetto e lingua, prosa e poesia, collabora con musicisti e pittori, scuole e centri di disabilità con “la coscienza di far parte di una grande cassa di risonanza cosmica”. Dice di sè:”Io credo… che la poesia abbia un petto splendido in grado di cantare da solo…verso chi è disposto all’ascolto senza distrazioni, corpo a corpo.” Così da Abse (nulla), poema del 2013 dedicato a una bambina cresciuta in un campo di concentramento, approda a Talamimamma (2015), dedicato alla madre biologica e alla terra, la tappa più recente della sua ricerca della “semplicità perfetta”, “come quando giocano i bambini usando la parola… spalancandola nella sua molteplicità” per condividerla. La incontra Antonio Prete. Alla viola Flavio Bertolotti.

    un abbraccio a Milena e a Fernanda
    Elia

  2. grazie Elia per aver ricordato l’incontro di Mantova, purtroppo non ho nemmeno una locandina e Anna è ancora all’estero. Cercherò di vedere se trovo in rete qualcosa. Ti abbraccio.Ma ci vedremo da Italo oppure no? Voleva fare una presentazione dei nostri libri alla Silenziosa…ma se aspetta ritorna l’inverno. Ciao. f

  3. Va bene, te lo mando per mail. Intanto ho visto in rete ….ma è un programmone!!! Così per Anna ho fatto una locandina
    Ciao e grazie. f

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...