e state immobili

.

come nelle estati  ai margini
tra rami d’ombre e il caotico
sparire dei giorni
legni e linfe
un fitto intricato radicare in noi
di cose piccole e celesti
geni dell’invisibile nostro
essere  volatili e immuni
da tutte le parole che creiamo solo per poterci
proteggere dalla paura di sparire
morire scordati
aggrappati a questo immobile forestiero
corpo di stelle

ehi uomo! ricordati non puoi  seppellire tutte le tue ombre!

f.f.

per non dimenticare ciò che in noi stiamo oscurando, i luoghi della terra e della nostra vita, ammalandoci di cose senza valore, cose che ci consumano consumandosi a loro volta e  non danno vita alla vita.

Un grazie profondo al maestro Ermanno Olmi che ascolta i luoghi del nostro magnifico bosco, una foresta di respiri ma anche di mandibole voraci che masticano e rimasticano le nostre atrocità che ancora con noi convivono.

.

luisa rota sperti

boscovecchio8.

Riferimenti in rete:

http://www.luisarotasperti.com/il_segreto_del_bosco_vecchio.htm

 

Advertisements

Un pensiero su “e state immobili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...