TRASMISSIONI DAL FARO N. 75- A. M. Farabbi: Sembra quasi che il sole tramonti. Omaggio ad Edoardo De Candia

edoardo de candia

de candia

Credo che la propria ricerca artistica debba innestarsi all’opera degli altri, cercando di raccogliere e illuminare testimonianze di alta qualità dimenticate o sottovalutate. Per questo motivo, porto spesso, anche dentro la sensibilità di queste pagine, la mia lettura su edizioni coraggiose, fuori dal grande circuito commerciale, mirate a rivendicare personalità e opere sconosciute o quasi.
Elio Scarciglia realizza per la sua casa editrice Terra d’Ulivi un encomiabile omaggio ad Edoardo De Candia, pittore leccese sfortunato e originale, non ancora noto al grande pubblico. Al libro si unisce il dvd.
Nell’iniziale biografia curata da Tiziana Faggiano, si rivela subito la personalità complessa dell’artista, inquieto, in continuo disequilibrio sul filo della sua tensione geniale. Segue, poi, la narrazione a doppio specchio, tra quadri e citazioni dello stesso Edoardo De Candia.
Si realizza così un impatto immediato e fortemente emotivo tra lettore e artista. L’esperienza dell’incontro si completa con la visione del dvd, creato dallo stesso Elio Scarciglia. Il taglio personale della sua regia evita la forma giornalistica del documentario, inventando una forma cinematografica che restituisce trama biografica attraverso partecipi testimonianze di artisti e ricostruzione di significativi occhielli di vita del pittore.
Libro e dvd, quindi, costituiscono un unico corpo dentro cui si narra la luce di Edoardo De Candia.
Edoardo De Candia nasce a Lecce nel 1933 da una famiglia semplice: il padre secondino, la madre casalinga e tre fratelli. Incompreso, non solo dai genitori ma anche dall’ambiente attorno, De Candia rimase sempre autodidatta, nonostante la breve esperienza di allievo per la modulazione della cartapesta e del disegno. Il suo talento non riuscì a trovare meritati riconoscimenti anche uscendo dall’ambiente provinciale di Lecce. Milano, Firenze, Roma, Londra, Parigi furono le città frequentate in cui conobbe scrittori, poeti, e pittori di fama. Per la sua inguaribile mancanza di continuità produttiva e relazionale fu costretto a ritornare nella sua città pugliese, vivendo tra amarezza e solitudine.
Pittori, scrittori, amici descrivono con affetto e realismo le sue difficoltà nei vari contesti, l’amore mai compiutamente raggiunto e l’emarginazione sempre più tragica per l’insofferenza verso qualunque forma di convivenza, anche istituzionale, che impegnasse un minimo di ordine.
Le sue splendide marine ci spalancano gli occhi in cromatismi caldi, accesi, furenti. Poche pennellate narrano la visione in una velocità sintetica, fluida. Il colore ha densità vivissima, sporge compatto, con pienezza e energia. Il corpo del tuffatore arancione ricorda quello che segna una parete di Paestum, rovesciando ogni eleganza e creando l’immanenza della corporeità: entra in diagonale negli azzurri liquidi, impastati di verdi celesti. Tutto è contaminato e inscindibile. Basta questo esempio di quadro per intuire la portata dell’esperienza pittorica di De Candia. Ma come non citare la bellezza dei nudi femminili dentro cui le curve hanno sensualità espressiva segnata da pochi tratti di pennello. Il paesaggio è magnifico perché utilizza con originalità espressionistica il colore inventando forme libere, rompendo canoni e annullando prospettive.
Una bibliografia conclude il testo.
La pubblicazione è stata realizzata grazie alla collaborazione della Regione Puglia, Assessorato al Mediterraneo.
Le musiche del dvd sono state composte da Andrea Senatore.

anna maria farabbi

**

sembra_quasi_che_il_sole_tramonti

Elio Scarciglia- Sembra quasi che il sole tramonti. Omaggio ad Eduardo De Candia- Terra d’ulivi, 2007 (Con DVD)

*

RIFERIMENTI IN RETE

http://www.lecceprima.it/eventi/mostre/edoardo-de-candia-sembra-quasi-che-il-sole-tramonti.html
https://culturasalentina.wordpress.com/2010/10/29/edoardo-de-candia-sembra-quasi-che-il-sole-tramonti-ultima-parte/

http://arte-bari.blogautore.repubblica.it/2012/12/10/edoardo-de-candia-i-cliche-e-lo-studio-monografico-che-tarda-ad-arrivare/

Advertisements

4 pensieri su “TRASMISSIONI DAL FARO N. 75- A. M. Farabbi: Sembra quasi che il sole tramonti. Omaggio ad Edoardo De Candia

  1. Edoardo De Candia, che non ho mai conosciuto di persona, è una di quelle figure a cui mi sento legato perché attraverso quei pochi scritti che ha lasciato ho intravisto la sua grande sensibilità d’animo. Un artista che ha pagato a caro prezzo le proprie scelte di vita, lasciando opere che ne mettono a nudo lo spirito libero. Ringrazio Anna Maria Farabbi che a rivolto il suo sguardo verso la mia opera e Fernanda Ferraresso per lo spazio prezioso messo a disposizione

  2. E’ di questi spiriti, liberi, che vorremmo fosse abitato il mondo, e sensibili, quali noi siamo tutti, prima d’essere “sgravati” dalle nostre anime attraverso meccanismi di logica e profitto in cui in realtà abbandoniamo la bellezza di questo nostro viaggio.Grazie. ferni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...