GROUNDUNDERTHIRTY- Veevera: 10.000 libri illumina(n)ti per le strade di Melbourne

 gustavo sanabria

dezeen_Literature-versus-traffic-by-Luzinterruptus_1.

….. e l’Australia diventa il mio paese leader!

.



l componenti del gruppo di lighting designer spagnolo Luzinterruptus hanno sparso  in tutto 10.000 libri illuminati nell’intero spazio della Federation Square a Melbourne. E’ accaduto ancora nell’estate 2012, a giugno, in occasione di un festival riguardante ” l’illuminazione” e  dedicato alla lettura: il Light in Winter Festival. Mi piace comunque ricordarlo oggi, giorno del solstizio d’inverno, perché è il giorno della luce nelle tenebre del lungo viaggio che compie la terra nello spazio. E’ lì che abitiamo tutti noi e lì le geografie si perdono, come i confini quando si entra nello spazio vasto di un libro.

.
dezeen_Literature-versus-traffic-by-Luzinterruptus_6.
dezeen_Literature-versus-traffic-by-Luzinterruptus_2
.
IMG_7097_large
.

L’impianto è stato progettato per assomigliare ad un fiume, che si snoda lungo i marciapiedi e le strade della grande piazza, sempre molto affollata. Li hanno disposti dovunque, i libri, come per creare un ponte tra la luce vera e la luce di ogni testo, la decelerazione della parola stampata contro il traffico e la rapidità della luce artificiale ma vinte dall’intuizione felice che ogni testo offre a chi lo accoglie e lo ospita nelle proprie vie interiori. E’ accaduto tutto nel mese di giugno del 2012. Gli ideatori di questa splendida iniziativa appartengono all’associazione d’arte  collettiva spagnola Luzinterruptus e avevano realizzato questa installazione, “Letteratura contro il traffico , per una sede diversa  a New York . Ora , la riproposizione in Federation Square, nel centro di Melbourne, in occasione del festival la luce in inverno ha dato nuovi risvolti, prorpio come si dice per i componenti dei libri, all’evento. I libri,che pare siano stati dismessi o lasciati in pensione nelle biblioteche pubbliche della città, hanno ricevuto una specie di  seconda vita e come un fiume di luce  scorrevano attraverso la piazza e in una strada limitrofa. L’ultimo giorno, prima di disinstallare tutto,  gli spettatori e i partecipanti all’evento sono stati invitati a sceglierne un paio ciascuno e portarsi a casa i libri esposti. Altri invece sono stati donati ai passanti e ai conducenti di auto, attraverso i finestrini. Un libro è movimento e finestra sul mondo, è luogo di un passaggio. L’obiettivo era quello di creare un gesto simbolico in cui la letteratura  e la parola scritta avessero per una volta il controllo delle strade attraverso una presenza massiccia, non un libro ma un fiume di libri e tutti illuminati perché illuminanti e questo li rendeva conquistatori dello spazio pubblico. L’installazione è rimasta a disposizione per tutto il mese di giugno, cioè per la durata del festival la luce in inverno. Forse  romantica l’intenzione di convertire l’architettura moderna fredda e rigida di Federation Square, di fatto ha dimostrato che i libri e la scrittura illuminano ambienti rendendoli assolati anche dove il rigore dell’ambiente non fa immaginare qualcosa di accogliente, intimo e a misura d’uomo, uno  spazio che, attraverso la  lettura incoraggia a viaggiare ben oltre ogni situazione, oltre ogni misura facendosi esplosione di bellezza, in un silenzio tranquillo in cui il caos del traffico nulla può distruggere e nemmeno pareggiare in velocità quanto a raggiungere i più disparati luoghi dello spazio umano, non solo urbano.

.

IMG_7211-2_large.

IMG_7215_large.

Bello questo obiettivo no? Un fiume di libri che straripa negli spazi pedonali fisicamente e si piazza in una piazza a fronteggiare un traffico urbano senza volto, si installa nello spazio assegnato alle auto, rubando spazio prezioso per il traffico del centro cittadino, e in un gesto simbolico forte la letteratura  prende il controllo delle strade,conquista con le sue piccole luci tra le pagine lo spazio pubblico, offrendo i propri spazi alternativi ai cittadini, spazi in cui tutto l’universo accede cedendo se stesso e facendosi terreno praticabile attraverso la modesta  parola scritta divenuta così, al contrario, potentissima.

.

dezeen_Literature-versus-traffic-by-Luzinterruptus_11.

Bello, camminare attraverso le parole, sentirle come una comunità, sentirle ciò che noi tutti siamo, dall’inizio, da quando le abbiamo usate per raggiungerci l’un l’altro e conoscerci, ciascuno dentro il proprio silenzio. Una luce, mille e più piccoli bagliori,  un fiume tracimante.

veevera

.

IMG_7227_large

IMG_7274_large

australia libri 3

dezeen_Literature-versus-traffic-by-Luzinterruptus_5

dezeen_Literature-versus-traffic-by-Luzinterruptus_10
dezeen_Literature-versus-traffic-by-Luzinterruptus_12
dezeen_Literature-versus-traffic-by-Luzinterruptus_4
.

RIFERIMENTI IN RETE

http://www.domusweb.it/en/news/2012/09/14/luzinterruptus-literature-vs-traffic.html

http://www.dezeen.com/tag/luzinterruptus/

http://laughingsquid.com/literature-versus-traffic-10000-glowing-books-in-the-streets-of-melbourne-australia/

3 pensieri su “GROUNDUNDERTHIRTY- Veevera: 10.000 libri illumina(n)ti per le strade di Melbourne

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: