ANDIRIVIENI- SCUOLA di GRAFICA-ACCADEMIA di BELLE ARTI-URBINO

cartolina
cartolina1a

INCONTRI 17 dicembre 2014

Io Urbino di fronte
presentazione a cura di Gastone Mosci

Gastone Mosci (1940), docente di lingua e cultura francese, ha pubblicato numerosissime recensioni letterarie e artistiche, autore di molti saggi tra i quali si ricordano: Agonie del Cristianesimo, Morcelliana, Brescia 1977; Don Mazzolari e altri preti, La locusta, Vicenza, 1979; Mounier e Béguin, edizioni Quattroventi, 1983; Letteratura e Società, edizioni Quattroventi, 1989.
.

L’immagine di Urbino che non posso fuggire
PRESENTAZIONE A CURA DI Alessio Torino

Alessio Torino (1975), insegna letteratura latina all’Università di Urbino. Ha pubblicato racconti su Nuovi Argomenti e ha esordito nel 2010 per Pequod con il romanzo Undici decimi (Selezione Premio Campiello, Premio Frontino 2010 ex aequo con Stirpe di Marcello Fois, Premio Bagutta Opera Prima). I suoi ultimi romanzi, Tetano e Urbino, Nebraska, sono stati pubblicati da Minimum Fax rispettivamente nel 2011 e nel 2013.

*
Fatti d’Arte e Poesia
presentazione della plaquette n° 11

 

Poesia di Anna Maria Farabbi – Incisione di Gianluigi Bellucci
Testo di Antonella Micaletti

Nella tradizione delle pregiate edizioni curate da Giovanni Turria e Gianluca Murasecchi per la Scuola di Grafica, la plaquette n° 11 della collana Fatti d’Arte e Poesia, lega sia la profonda poetica di Anna Maria Farabbi, indagante la parola in una scrittura aperta in viva interazione con la realtà del vissuto, l’identità femminile e l’attraversamento esistenziale di termini illimitati, sia la raffinata espressività segnica di Gianluigi Bellucci, che con passaggi tonali ad acquaforte di straordinaria maestria esprime la simultanea misura di passaggi temporali in orbitazioni spaziali. Il testo di consueta riflessione su segno e parola è questa volta affidato ad Antonella Micaletti, la quale riflette sui termini di scandaglio e attualità del fare segno e parola. La plaquette sarà introdotta da Isabella Leardini.

.

Anna Maria Farabbi (1959), tra le sue pubblicazioni si ricordano le raccolte di poesia Fioritura notturna del tuorlo, Tracce,1996; Il Segno della Femmina, Lietocolle, 2000 con cd; Adlujè, Rovigo, Il ponte del sale, 2003; Kite, con portfolio di 9 opere grafiche di Stefano Bicini, Studio Calcografico Urbino, 2005; Segni, con opere grafiche di Stefano Bicini, Pescara, Studio Calcografico Urbino, 2007; La magnifica bestia, Travenbooks, 2007.

Ha anche pubblicato libri di prosa (Nudità della solitudine regale, Zane Editrice, 2000 e La tela di Penelope, Lietocolle, 2003) e di saggistica con traduzioni (Le alfabetiche cromie di Kate Chopin, Lietocolle, 2003, una monografia su Kate Chopin; Un paio di calze di seta, Sellerio, 2004, una scelta di racconti di Kate Chopin; Il lussuoso arazzo di Madame d’Aulnoy, Travenbooks, in uscita 2007/2008).

Sull’opera della Farabbi, Francesco Roat ha curato la monografia L’ape di luglio che scotta, anna maria farabbi poeta, Lietocolle, 2005.
.

crop.php

Gianluigi Bellucci (1977), è uno dei più recenti vincitori del prestigioso premio biennale dell’Accademia di San Luca a Roma. Tra le sue principali esposizioni si ricordano le partecipazioni ad ArtVerona (Verona, 2008, 2006), le personali nella galleria Atelier (Roma 2010), allo Spazio Mitreo (Roma, 2007) e alla Fondazione Peano (Cuneo, 2004).
.

Antonella Micaletti, insegna all’Accademia di Belle Arti da Urbino. La sua grande passione è da sempre l’arte contemporanea alla quale da anni avvicina adulti e bambini con progetti educativi attuati nelle Marche e in Emilia Romagna. Ha pubblicato sue recensioni su Flash Art, su Exibart e su svariate altre riviste d’arte, ed è curatrice di esposizioni di arte contemporanea di massimo livello nazionale e internazionale.
.

Isabella Leardini è nata a Rimini. Nel 2002 ha vinto la XX edizione del Premio Montale, con i testi in seguito editi nel suo primo libro La coinquilina scalza uscito nella collana Niebo a cura di Milo De Angelis (La Vita Felice 2004, 2006, 2008). Alcune poesie da La coinquilina scalza e dal suo prossimo libro Una stagione d’aria sono edite con traduzione di Jean Baptiste Para nell’antologia Les Poètes de la Méditerranée (Gallimard, 2010). E’ compresa nell’antologia Nuovi poeti italiani 6 (Einaudi 2012) a cura di Giovanna Rosadini. E’ compresa inoltre in varie antologie dedicate alla poesia emergente tra cui “I Cercatori d’oro” a cura di Davide Rondoni (N.C.E 2000), “Lavori di scavo” a cura di Giuliano Ladolfi (railibro.it, 2005), “La stella polare. Poeti dei tempi ultimi” A cura di Davide Brullo (Città nuova 2008), Il Miele del Silenzio” a cura di Giancarlo Pontiggia (Interlinea 2009). Sue poesie sono apparse in Italia e all’estero su varie riviste tra cui, Poesia, L’immaginazione, Gradiva, ClanDestino. Con la silloge “L’andatura di chi resta” è compresa nel “Quaderno della luna” Pensiero 27 a cura di Eugenio De Signoribus. Un’ampia silloge dei suoi testi, “Un amore dell’aria”, è uscita con prefazione di Franco Loi sul semestrale Incroci. Nel 2003 ha ideato il festival Parco Poesia di cui è tutt’ora direttore artistico, curando anche il Premio Rimini per la poesia giovane e le iniziative legate a parcopoesia.it. Collabora con l’artista Giovanni Turria al progetto Print & Poetry.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...