NUOVI LANDAYS- Silvia Favaretto e Fernanda Ferraresso

suhair sibai

suhair-sibai-blue-bird-1349560775_b

.

La tua nuova amante è
l’onnipresente accesa televisione

Non temo il cupo giudizio
dello specchio: il tuo sguardo è più duro

Allatterò il mio bimbo
finché vorrà lui, non finché vorrai tu

Il diritto di allattare,
come quello di amare, non si discute

Forse chiederti comprensione
è vano quanto aspettarsi che tu cambi

Ho lo stesso valore per te
del servo muto e del fermaporte

E con infinita pazienza
ricamerò vendetta con le mie sorelle

Tutte le mie cicatrici
gridano il tuo nome da ogni specchio

Dietro alla stoffa dorata
arde un cuore che non potrai sdrucire

.

suhair sibai

suhair sibai-Witness-2-c

.

Tanto tempo ad aspettarlo:
l’amore dura un battito di ciglia

La ragione usa parole,
al perdono serve solo il silenzio.

Mi dici che sono sbagliata
ma il tuo errore è la presunzione

La mia vita è tanto triste
che aspetto tutto il giorno di sognare

Mi rifugio nella fantasia
immagino un uomo che mi dica brava

Se le mettessi via tutte
le mie lacrime ti affogherebbero

Necessario sei quanto una
asticella conficcata nel dito destro

Potrei piangere delle ore
te ne accorgeresti bagnandoti i piedi

Le rose che mi regalasti
sono divenute rovi di bacche e spine

Scriveranno martire di me
ma sulla tua tomba grideranno mostro

silvia favaretto

..

suhair sibai

Suhair Sibai _ paintings_Syria_artodyssey (38)

.

Donna, pianto in terra il tuo pianto
fiorirà il tuo cuore  d i s s e m i n a t o  altrove.

Il giorno che perdesti il corpo
esplosi in mille rose sulla strada di Kabul.

Era rosso e arancio il mio sangue
schizzi di melograni in giardino i tuoi baci.

Vidi le sue viscere in terra
sassi e pietre le mani degli uomini.

A mezzo isolato da casa
suo padre la lasciò con il mulo di un vecchio.

Esplodesti la tua giovinezza
la bomba era tutta la storia del mondo.

Nell’orologio dei miei piedi
la distanza tra l’infinito e la fine.

Nei miei palmi la città parla
sfiorito il tempo della pace tutto è perdita.

E’ urlo feroce il mio petto
la dignità incide la mia fronte coperta.

.

suhair sibai

suhair sibai (can you see me)    net

.

Figlia non tormentarti    ama
figlia non disperarti   cercati    amati.

Nel portabagagli dell’auto
io la merce, la schiava, io l’ultima in terra.

Ho cucito una veste per te
il mio sudario è il tuo ultimo viaggio.

Nel sangue come nel torrente
scorro impetuosa in me è  corrente la vita.

Burka il buio del mio corpo
un giardino di astri il mio cielo inquieto

Nella polvere della casa
nell’oscurità della parola la mia vita silenziosa

Nascono ancora i miei semi
sono parole salve nel sole del mio fiume.

La terra  il mio corpo  la mia casa
per te è in un pugno di vuoto la tua forza

Se guardi intorno non mi vedi
cerca nel volto e negli occhi di tuo figlio.

 

fernanda ferraresso

 .

landays- cries of the pashtun women long walk

Acin, Nangrahar Province, Afghanistan

Advertisements

Un pensiero su “NUOVI LANDAYS- Silvia Favaretto e Fernanda Ferraresso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...