ISTANTANEE- Fernanda Ferraresso: TUA E DI TUTTI di Tommaso Di Dio.

ghetto di varsavia- bombardamento

il-ghetto-di-varsavia-bombardamento

.

Mi ha ricordato un altro giallo, apparteneva ai giovani che ora…hanno la mia età. Si chiamava Bandiera gialla e significava anche libertà di sguardo, volontà critica e anche una buona dose di leggerezza e spensieratezza, legata all’età. Ora i giovani sono qausi obbligati a diventare adulti prestissimo e coercitivamente a soffrire dei mali degli adulti, da quelli legati alla sessualità, bruciata non vissuta, a quelli dell’affettività e della relazione sociale più generalmente, al male del lavoro e della cultura che sembra essere diventata inutile in un mondo in cui l’imbroglio è ciò che tiene non solo a galla ma sulla linea di galleggiamento dei panfili o di assetti finanziari che consentono una salvezza agli altri insperabile. Come a dire che solo chi ha soldi non cade mai abbastanza e cade sempre in piedi e se cade è solo una manovra da cui presto esce con qualche buona scusa o trovata nuova. La legge latita, nei meandri di un burocraticese che la rende quasi inutile e deve darsi lunghe distanze per agire.
E la poesia? La poesia è il luogo dentro tutti gli altri che non resta però contaminato, contata sì e minata anche ma per una fioritura ricca di senso, se la poesia è vera, se non si riaggomitola sull’ombelico di chi scrive la sua storia come fosse avulsa dal resto del mondo.

Ed è questo che ho trovato nel ricco giallouovointenso, anche un po’  itterico devo dire, dove LietoColle pubblica un Tommaso Di Dio da leggere tutto per intero, senza perdere un rigo, un viso, uno sguardo, un carbone acceso o appena spento perché ancora vivo dentro. TUA E DI TUTTI è poesia netta, rotonda ma aspra, acuta e geo-logica, anche geo-grafica, dice la storia, la nostra storia che la collana “pordenonelegge.it” offre a chi intende sentire in tutti i sensi per la percezione di un sé composito, non per trovare un ego. Luoghi, questi,  dove la  eco pronuncia  TUTTI , nei tanti nomi del NOI.

Lo indico perciò come lettura da portarsi in vacanza, per dedicargli non mozzichini di tempo ma la calma e l’attenzione che merita, che meritiamo noi tutti.

fernanda ferraresso

**

homs- siria- bombardamento

homs-guerra-siria-

.

Da TUA E DI TUTTI, di Tommaso Di Dio.

Con gli anni

img021

img026

img019

img018

Il volto ci chiede

img025

Ciò che faccio

img022

Dopo, prima

img024

.

tammam azzam

tammam-azzam

.

** Nota biobibliografica

Tommaso Di Dio, nato nel 1982, vive e lavora a Milano. É autore di un libro di poesia, Favole, Transeuropa, 2009, prefato da Mario Benedetti. Nello stesso anno, ha tradotto una silloge del poeta canadese Serge Patrice Thibodeau, apparsa nell’Almanacco dello Specchio, Mondadori. Dal 2005 collabora all’ideazione e alla creazione di eventi culturali con l’associazione Esiba Arte (www.esiba.it); all’interno della quale ha avuto possibilità di sperimentare diversi linguaggi: teatrale (Cianciana, 2009, Anamorfosis, 2010, per la regia di Milena Viscardi), video (Nessuno è solo, 2008, in collaborazione con Sebastiano Di Guardo). Dal 2006, insieme con il fotografo Salvatore Ferrara e i musicisti Anouchka Trocker e Seby Ciurcina, partecipa con propri testi al progetto Mshumaa(www.flickr.com/photos/salvatoreferrara/).

.

img027

Tommaso Di Dio, TUA E DI TUTTI – LitoColle Editore 2014- pordenonelegge.it

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.