A TUTTI UNA BUONA PASQUA. L’INDICATIVO DI UN PASSAGGIO

Auguriamo a tutti i nostri lettori una Buona Pasqua, ovvero l’indicativo di un passaggio, di un passare tra l’uno e l’altro in uno spettro che è luce e l’ombra che l’ospita. Stare sulla soglia, o meglio ancora essere soglia è ciò che ognuno vive, questa la continua pasqua, questa la prossimità dentro una continua di-stanza. Almeno solo presagirla è sostanza.

A tutti AUGURI

il gruppo di cartesensibili

 

alessia iannetti- in una bolla d’aria

alessia iannetti in una bolla d'aria

.

…con altro mai
volto a ieri
si sveglia il giorno e noi come penelope
tessendo i cerchi qua e là spezzati
tra  paradiso e inferno gua(r)diamo il tempo
senza sapere del rumore della pietra
che anche quest’attimo oscura e della nostra
anima i vocaboli di una falsa scienza disordina
dando altro in(d)izio all’amore e all’orrore
divaricando l’arco e la freccia
tra cui si vive in un disegno     fine
sottile e angusta
una fessura appena
in cui svegliandoci tra noi ancora
crediamo di avere
tra le mani i fili di qualcosa che altro non è
se non un sogno
di noi prima      di questa immagine
voluta del tempo un ricciolo o un uncino
a cui ci appigliamo
credendo di trattenerci in un  luogo

questo tessere    e ritessere    nei riti l’essere
la soglia che ciascuno è
e un profondo silenzio
nell’estasi che di visioni ci nutre senza comprendere
l’argilla mollemente impressa
che del suo specchio ci sorprende.

  f.f.- pasqua 2014

12 Comments

  1. gentile Fernanda, seguo giornalmente gli articoli di Cartesensibili, ma commento raramente, soprattutto per una certa riluttanza a veder comparire il nome.
    Trovo però questa poesia così densa di pensieri, e così evocativa di quegli istanti più profondi della nostra limitata consapevolezza, che sento la necessità di un ringraziamento per la continua condivisione che riesci a realizzare.
    sulla soglia
    anna

    1. Sono davvero lieta di sentire questa prossimità che appunto era quanto auspicavo, noi tutti nel gruppo ci auspichiamo.
      La eco in qualche modo riapre la porta, cioè permette che la voce si/ci conduca in altri luoghi che ci ospitano, che la ospitano e proprio la eco risponde portando dell’altro luogo il nome come son-orità. Oro e genesi di quei luoghi che attraversa perdendo il nome ma portando quanto (ci) conduce allo stesso filo, nel suo originario fonte.
      Auguri ancora. ferni

  2. UN’eco al tuo scrivere.

    Quando le foglie perdono l’appartenenza al bosco
    e, volando come mandrie inseguite,
    scendono dall’alpeggio tra case di frontiera
    e qui disfacendosi serrano il cerchio con la terra
    o stelle esagonali fioccano da brividi di oceano evaporato
    e, al sorgere del sole, la coltre stilla nelle grondaie e va,

    ogni cosa appare friabile frammento in divenire,
    provvisorio decimale di un’unità perduta
    nei labirinti di fiumane elastiche,
    e i pensieri si aggrovigliano
    come bendaggi stesi tra dubbi circolari

    se il fiume sia la somma dei torrenti, delle sorgenti sparse, l’abbraccio dove riposa il viaggio individuale o sia la casa da cui gli stormi vanno,

    se le correnti siano respiri confluiti o impazienza di pesci che attendono le ali,

    se l’io sia polvere di una dissoluzione,
    brandello caduto da chissà quale sudario universale,
    se sia l’ordito di una vicenda complicata,

    se questa indefinita confusione sia l’irrisolta condizione.

    Così getto l’ormeggio nel presente,
    in questa impronta plastica dei Lari.

  3. Auguri a donna fernanda, e a tutte, a chi scrive, a chi legge, a chi cerca camminando il passo dell’incontro, perchè la di-stanza sia sempre abitata dalla speranza, rinascendo ogni giorno, perchè siamo ognuno cibo, acqua, vino, sostanza del vivere i n s i e m e…

  4. AUGURI CON IL CUORE SPALANCATO E LA TESTA ROVESCIATA CON L’OCCHIO PIENO DI LUNA E DI SOLE DAL NASCONDIGLIO DEI VERDI IN QUESTI NOSTRI COLLI ADAGIATI FONDALI DEL MARE DOVE FOSSILI RESISTONO TUTTI I TEMPI. Ti abbraccio e ti aspetto.Vieni a fare un giro, ti aspettiamo tutti. Tutti ti vogliamo un bene immenso. Cecilia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.