INIZIATIVE CARTESENSIBILI- CHIEDERE PERDONO, RINGRAZIARE, O…?

michael vincent manalo-the story teller
.
Michael-Vincent-Manalo_The-Story-Teller-II a
.

Bisogna cominciare a ricucire tutto
per dare finalmente
un senso alla meraviglia
lasciare mani e braccia lungo il corpo
e a passi fondi imprimere il passaggio.

Avevo scordato l’eleganza del sorbo
sotto alla paglia, dimenticato
la leggerezza del pettirosso sul ramo secco
la solennità di un cielo basso, appiccicato
all’aria gonfia di neve e di stupore.

Ecco, è da lì dalla sottile trasparenza
di una foglia nella stagione oscura
da due paglie incastrate sul riccio vuoto
che ricomincia la perfezione di ogni giorno.
.
Antonella Facchinelli

.
michael vincent manalo-what lies under
.
michael vincent manalo-What-Lies-Under.

Così, la fiducia tradita
Tiene un segreto,
Nasconde un cadavere,
Chiude il proprio corpo
In una smorfia di mortificazione.
Si dà colpa.
Ne dà tanta, di colpa,
Ormai come in una cantilena,
A chi è riuscito così bene
A rovinare tutto.
Anni di solitudine
Sono ancora pochi.
Altri ne verranno:
Non si può smettere.
Non serviranno mai
A far cambiare idea.

Aurea Pica
.

michael vincent manalo

michael-vincent-manalo-photography-25.

Fiammella viva
nel riflesso di miele
del caro amato giorno

coppa di nettare
nel riflesso di miele
del caro amato giorno

oro puro
nel riflesso di miele
del caro amato giorno

nel riflesso di miele

nel riflesso.
.
Fabia Ghenzovich
.

michael vincent manalo-  irregularities of discernment

michael vincent manalo- Irregularities of discernment.

ELOGIO DEL DISINCANTO

Passare, calpestando i piedi
con stracci pietrificati
da convinzioni mutevoli,
come flebili altalene
assurte all’estasi da spinte
possenti e monotone.
Fluidi marchingegni,
si adattano alla solerte impronta
di ciò che avviene lungo i canali
affollati e cantilenanti
delle vie delle acque eterne,
colme di sassi coscienziosi
e saggi e inermi…..
Incompiuta rimane l’esplosione
in attesa del disincanto,
che verrà, benaccolto
dagli occhi lunghi che, stanchi,
non guardano lontano, oltre…
Il genio delle colonne è caduto
precipitando templi dissacrati
ed omelie ripetute aggrappate
ostinatamente al luogo del dovere
E’il tempo del perdono
…………………………………

Francesca Cannavò
.

michael vincent manalo-requiem for self destruction

michael vincent manalo-Requiem-for self destruction.

Lese le corde infilzate
fra ammuffiti pertugi
la resa delle anguille
chiedo perdono se mai,
venni meno a me stessa
ringrazio tutti se mai
fummo così vicini, abbracciati
nell’ombra dietro le maschere

.
Tiziana Tius

6 Comments

  1. Mi sono soffermata sull’immaginifica Antonella Facchinelli e le ‘sue’ cose semplici da cui ripartire per dare un senso ai giorni. Raffinata è la scelta dei vocaboli, versi ariosi. La soavità si respira ampiamente nonostante il senso di responsabilità delle impronte e del cielo pesante.

    Complimenti anche a tutte le altre autrici.
    Bell’insieme.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.