100Thousand/ poets for change a Bologna-VITTORIA RAVAGLI RACCONTA I LANDAYS NEL GIARDINO DEL GUASTO

giardino del guasto- bologna

CIMG7374.

pina piccolo.

CIMG7371.

Il 28 settembre ci siamo ritrovate ai Giardini del Guasto a Bologna per leggere i landays scritti da noi e da altre. L’incontro era previsto nell’ambito delle tre giornate organizzate dai 100Thousand/ poets for change a Bologna (27/28/29 settembre 2013).

.

CIMG7367.

CIMG7369.

serenella gatti linares.

In questo giardino stranissimo, nel cuore delle città, fatto di tanti su e giù, irregolare, con parti aperte ed altre verdissime ed avvolgenti, gradini ovunque e leggeri segni a indicare percorsi, con un basso muro un po’ inquietante, rivelatosi poi un serpente amichevole, siamo state accolte dalle grida gioiose dei bambini, che occupavano giocando, come fossero al mare, una specie di fiumiciattolo in cemento in cui correva pochissima acqua, sufficiente però a farli felici.
Un giardino che col passare del tempo è sembrato ideale per le donne, così diverse le une dalle altre, che si sono succedute, con le voci di fondo dei bambini, come grida di uccelli. Donne in gruppi e singole; anche qualche uomo, che ci ha seguito con amicizia ed ha letto landays.
.

CIMG7401.

CIMG7398.

CIMG7403.

E’ uscito forte, per la sua presenza così vera e cruda, dolorosissima, il gruppo di Annassim, con le sue donne Egiziane, appena tornate dalla loro terra di origine, a raccontare quello che hanno visto, vissuto, senza filtri. Noi, che scriviamo a tavolino, ci siamo sentite delle privilegiate, pur essendo lì per parlare di problemi sofferti a volte anche personalmente. Le ragazze egiziane hanno portato un silenzio, un rispetto, una solidarietà, tangibili.

.

CIMG7393

.

Bellissimo questo primo incontro di landays, nel Giardino del Guasto, che alla fine ci assomigliava, diverso ed accogliente. C’è stata condivisione e affetto. ll suono leggero dei tamburi e gli strumenti di Antonio Masella, hanno accompagnato le nostre voci come sospiri. Emozionante.

Vittoria Ravagli del gruppo Marija Gimbutas

Nota : Seguono i landays che donne singole ci hanno spedito per l’occasione e/o letto. Prossimamente i landays letti dai gruppi

.

vittoria

.

In memoria di Laura Prati, sindaca di Cardano al Campo. Assassinata da un viglile urbano

(13 luglio 2013)

Laura non cercavi allori

per la tua fermezza ma equità e buon governo

*

In memoria di Lea Garofolo, vittima di mafia, alla figlia Denise, testimone, e alle 15 giovani donne solidali,che hanno reso pubblico il processo ( aprile 2012)

Dicono che l’unione fa la forza

ma voi mostrate che l’unione fa l’intelligenza dell’amore

*

femminicidio

Parola due volte assassina

ruba alle donne la vita e la sovrana umanità

*

Strage di donne

Assassinano le donne

uomini che non farebbero male a una mosca!

*

magistrale Adrienne Rich

Nati di donna: perché

stupratori e assassini lo dimenticano?

*

Profezia

Due sono i Sessi : io profetizzo

che lo Spirito umano ci guiderà all’alleanza

Maria Laura della Rosa Antonellini

.

CIMG7375

.

Un tempo ero una palma

Non c’è più il deserto, ma un immenso palmeto

*

Ci avete tolto l’aria

ma noi siamo le foglie che respirano

*

Mi hai afferrato per la gola

Senti come urlano le mie sorelle

*

Crollano le vostre certezze

Intravedo una nuova aurora al mondo

Antonella Barina

.
CIMG7379.

Sono venuti a prendermi

ad aprire la porta è stato mio padre

*

hanno bruciato i miei libri

anche mio figlio rideva tutto eccitato

*

tuo padre non vuole che scrivi

perché sa leggere solo il suo nome

*

guardalo dritto negli occhi

guarda quell’uomo come fosse un serpente

*

quando violentano una donna

dove sono i mariti i fratelli?… Sono lì!

*

era ubriaco e m’insultava

gli ho soltanto premuto il cuscino sul collo

*

se uccidete tutte le donne

chi, chi tra di voi allatterà il mondo?

*

faccio finta di ricamare

con l’ago ed il filo scrivo ciò che ho taciuto

*

noi siamo come matrioske

ucciderete la prima, non tutte quante

mio marito non è violento

nel dubbio, in cucina, ho i coltelli di plastica

*

t’inseguirò, come un segugio

ti porterò in piazza al ludibrio del mondo

*

tienimi il sacco, mi ordinò.

No. Non più, dissi, alzando fiera la testa.

*

sul mio corpo ha sfogato la rabbia

e mi trema la mano mentre scrivo landays

*

papà sta russando, appagato

scappa, sorellina, corri senza voltarti

*

odio le donne, non so perché.

troverai la risposta sfogliando la Bibbia

*

l’hanno eletto Cardinale

quel ragazzo che violava le bambine

*

se ti acchiappa, fingiti morta

così fa la cincia per scappare dal gatto

*

ditemi se questo è un uomo

che ostenta il suo membro dove giocano i bimbi

*

amica afgana scrivo per te

perché mi vergogno a denunciare il mio uomo

*

quando una donna non piange più

un grande silenzio roderà le tue notti

*

sorella afgana, non fidarti di me

scrivo landays ma proteggo il mio uomo

*

sono stata più svelta di lui

ho il coltello dalla parte del manico

*

amati gigli di settembre

qui torneremo tutte insieme per danzare

Aldina De Stefano

.

CIMG7392

..

LAMENT(AZIONI)

Sguardo truce occhi di fuoco

calci e pugni sul feto che porto in grembo

*

Chiusa nel mio silenzio (ad)do(lo)rato

come ho potuto amare il mio carnefice?

*

Un ragazzo un uomo un marito

e poi un padrone un aguzzino un assassino

*

Mi entra dentro senza amore

sento che per sempre si ferma il mio cuore

*

Tremo se ritorna a casa

il mio sogno è volato via senza rumore

*

Ferma immobile non respiro

mi accuccio nell’angolo più lontano da lui

*

Lui ordina e comanda duro

io servo ubbidisco e sempre piango

*

Odio quell’uomo che mi batte

dov’è il ragazzo che mi doveva tanto amare?

*

I miei cuccioli attoniti lì

filmano immagini che li feriscono a morte

*

Amore rabbia disperazione

guerra odio vendetta e ribellione

Alba Piolanti

.

CIMG7386.

essere nel mio pensiero

rivoglio la memoria di stirpe padrona

*

ho finalmente un amore

celato per anni: è amore per me

*
siamo germogliate per noi

e diventiamo storia per tutte le altre

*

le ragazze camminano

col passo lungo ed i capelli al vento

*

passi pesanti armi pronte

intanto un seme sfuggito mette radici

*

senza bisogno di volare

stacchi un pezzo di cielo lo metti sul cuore

*

non i sogni sono reali

è reale la nostra forza di sognare

*

le ragazze della prima B

insieme non si lasceranno aggredire

*

mi faccio donna libera

se ogni giorno uso la mia libertà

*

alleva la guerra bambini

rendendoli spietati insensati guerrieri

Anna Santoro

.

CIMG7395.

La mia piaga si è riaperta,

e oggi il tuo sguardo è olio bollente.

*

Ora vesto solo di bianco,

il colore che tu non puoi comprendere.

*

La madre canta piano tra sé,

si dondola mentre strofina via le macchie.

*

Il cielo ora s’è incupito,

e il fiore che era sbocciato si è richiuso.

*

Mi hanno strappato la pelle,

ma io abiterò i loro sogni per sempre.

*

Io sono colma di lacrime,

e l’acqua nel vaso si è quasi dimezzata.

*

Era ieri, mi hai sorriso.

Sono certa che in cielo hai imparato a volare.

*

Il vento spazza il temporale,

gli esili fusti d’orzo danzano contenti.

*

Le cicale stanno gridando.

La donna schiena dritta porta secchi d’acqua.

Giovanna Zunica

.bologna

11 Comments

  1. bellissimi, grazie Vittoria, Fernanda e tutte le donne e uomini che vi hanno partecipato, è stato un dono di verità, memoria e voglia di cambiamento!

  2. li ho letti e li trovo particolarmente intensi, ho il rammarico di non avervi potuto ascoltare dal vivo, ma l’emozione è arrivata comunque.

    1. Caro Michele concordo con lei che è piena la vita di violenza, anche verbale, soprattutto quando si spara a caso.Forse lei non sa da dove nascano i landays, forse non sa nemmeno cosa siano, quindi perché parlare a vanvera non sapendo quale fosse il tema di cui lei conferma, con quanto dice, l’assoluta centratura. Quanto al vittimismo vorrei vedere se a lei lanciassero acido in faccia, la stuprassero in dieci o venti più grandi e grossi di lei, magari armati, che farebbe? si lagnerebbe? farebbe la vittima? Prima di dire servirebbe leggere da dove nascono e si sviluppano le cose.
      fernanda f.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.