POESIA CONTRO LA GUERRA- postazione permanente [IV]

walter breidenbach

walter breidenbach.

 

Gelo sui corpi

fin dentro le ossa
che bianche di sale
arrivano di risacca

Mai dura la roccia
che sbriciola lenta
i grani di rose
perduti per strada.

Non torna indietro
il passo di marcia
percuote la terra
che sobbalza, in agonia

.
Antonia Piredda
.
vangelis bagiatis
.
vangelis bagiatis a

.

NUOVA GUERRA IN ARRIVO

Odora ancora di sangue la carne dell’ultimo
morto del deserto di Libia.
La lama rotante è già pronta
a tagliare altra carne come incessante gioco
virtuale.

Il macello s’è allungato verso Est per accogliere
altri petali d’infanzia
e roveti di donne nere di velo
e muri e fosse di ammassati ignoti lacerti
di presunto mondo nemico.

Squali e avvoltoi
non vivono i verdi prati della parola;
né spengono i congegni di fuoco
all’odore di petrolio e di rapina
da macerie e da morti.

Fondono i loro ventri esplosivi nell’eterna
notte nera
della crudeltà ‘umanitaria’.
.
Franco Santamaria
.

9 Comments

  1. mi auguro che sempre più cresca questa partecipazione dopo gli orribili fatti a cui stiamo assistendo. Non basta accogliere serve rompere il morso che ci tiene tutti stretti in un letargo che conduce solo alla fine.

    1. lo si ricordi, quando nugoli di vacanzieri entreranno infreddoliti, al primo impatto, nell’amato mare…lo alimenta i cadaveri di oltre 10.000 persone, in fuga. e noi, succubi di una scelta politica aberrante, neghiamo soccorso per una legge disumana, contraria a qualsiasi pietas. ci toccò, un tempo, toccherà anche a noi.Rispetto per chi nutre con la sua carne e il suo sogno questo orrendo mare da cartolina.

  2. Sempre più mi prende lo sgomento dell’impotenza, anche della parola. Solo con le parole riusciremo a cambiare il mondo? Non vedo vie che possano essere percorse.

    1. penso che non siano le parole, che pur leggiamo, di coloro che in tempo di guerra già in passato hanno scritto.E’ dovere da parte di chi scrive aprire sguardo mente e cuore sul mondo che spesso non si vede essere intorno a noi, perché abbagliati da poco, sempre meno, ed è ciò che non passa valore né alla vita né alle cose. Per cui, invece di scrivere e dire, qui ci poniamo come permanente opposizione alla guerra e a tutto quanto è suo corredo, troppo ormai, nel modo di gestire la relazione tra gli uomini e il sistema,un mondo che ha solo mondanità e fluttua e spesso annega sulle immondizie che ha prodotto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.