Groundunderthirty – Veevera:nevica e prima che se ne vada….ecco qualcosa d’insolito

Simon Beck

Cerchi nel ghiaccio
.
Cerchi nel ghiaccio. Si tratta di vere e proprie opere d’arte, queste  sulla neve di Simon Beck. Ho trovato in rete un articolo che mi ha incuriosito e stupito e, visto che fuori infuria la bufera e la neve impazza mi pareva che fosse il caso di festeggiarla.Niente, meglio della neve, significa vita, vita quando il sole sarà alto e la siccità farà meno paura grazie al suo bianco deposto.
Come i “cerchi nel grano”, sono forme geometriche complesse che si ammirano da lontano, tra i tanti artisti che si cimentano in queste creazione spunta il nome di Simon Beck

Niente a che vedere con UFO o messaggi in codice da decifrare. Ciò che Simon Beck ripropone sulle montagne innevate delle Alpi francesi della regione della Savoia sono vere e proprie opere d’arte.
Come i “cerchi nel grano” che da anni suscitano l’interesse di molti, i suoi sono disegni geometrici realizzati con estrema precisione, in grado di lasciare a bocca aperta chi ha la possibilità di ammirarli dall’alto. Che l’autore dei motivi geometrici nei campi di frumento sia semre lui, Simon Beck?
L’artista, laureato in ingegneria all’Università di Oxford, è in grado di riprodurre queste forme artistiche molto particolari, il più delle volta addirittura tridimensionali, semplicemente camminando sul manto nevoso o sul ghiaccio con delle racchette da neve.
Meticolosità e talento sono alla base della realizzazione di queste opere – oltre alla passione per l’artista di pattern geometrici e matematici – che richiedono una precisione e soprattutto tanta pazienza: per completare un cerchio nella neve, infatti, possono volerci anche più di 9 ore di lavoro, effettuato da Simon misurando con precisione i passi da compiere per dare vita e forma a ciò che la fantasia gli ha suggerito.

Opere uniche, che vanno apprezzate per tutto il tempo che la Natura concede: basta infatti una nuova nevicata o una giornata di sole a dissolverle per sempre. E’ però possibile rivedere questi quadri di neve iscrivendosi alla pagina Facebook dell’artista (http://www.facebook.com/snowart8848). Rimarrete sicuramente di ghiaccio.

Ecco alcune creazione di Simon Beck

Cerchi sulla neve di Simon Beck
Cerchi sulla neve di Simon Beck
Cerchi sulla neve di Simon Beck
Cerchi sulla neve di Simon Beck
Cerchi sulla neve di Simon Beck
Cerchi sulla neve di Simon Beck
Cerchi sulla neve di Simon Beck
Cerchi sulla neve di Simon Beck
Cerchi sulla neve di Simon Beck
Cerchi sulla neve di Simon Beck
Cerchi sulla neve di Simon Beck
Cerchi sulla neve di Simon Beck
Omaggio a Simon Beck

Snow Drawing

Qualcuno anche qui potrebbe parlare di possibili ingerenze aliene come nel caso dei “cerchi nel grano”. In realtà, nessun mistero perché si tratta del nuovo artwork dell’artista Sonja Hinrichsen, specialista in nuovi generi d’arte presso la San Francisco Art Institute e in arti visive e multimediali all’Academy of Fine Art Stuttgart, a Stuttgart, in Germania.
Sonja Hinrichsen è una sperimentatrice dell’arte sempre alla ricerca di nuove strade per comunicare l’arte, ma anche una persona attenta amante della bellezza della natura e dei paesaggi. Ha realizzato questi Snow Drawing, “disegni nella neve”, agli inizi di Febbraio a Rabbit Ears Pass, in Colorado (USA), assieme a cinque volontari, abitanti delle cittadine circostanti, Steambaot Springs e Hayden. Sonja e il suo team hanno semplicemente camminato nella neve una serie di cerchi a spirale di diverse dimensioni e tutti collegati tra loro. Il pilota Jack Dysart ha volato con il suo Cessna riprendendo l’opera nel suo insieme, meravigliosa e fiabesca, perché unisce l’esperienza dell’arte al fascino della natura.

.

.

Snow circles

giant-snow-drawing-art-by-sonja-hinrichsen

Giant Snow Drawing Art – by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art - by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art – by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art - by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art – by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art - by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art – by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art - by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art – by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art - by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art – by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art - by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art – by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art - by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art – by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art - by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art – by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art - by Sonja Hinrichsen
Giant Snow Drawing Art – by Sonja Hinrichsen

29 Astronauti fotografano misteriosi “cerchi nel ghiaccio” in Siberia

Strano cerchio in Siberia
Strano cerchio in Siberia

Questo strano, quasi perfetto “cerchio nel ghiaccio” è apparso su un lago ghiacciato in Siberia. Mentre gli scienziati hanno escluso un coinvolgimento di un UFO, sono comunque perplessi su come si sia potuto formare questo misterioso fenomeno geologico, di circa 2.5 miglia, sul lago Baikal.

E’ stato notato su lato meridionale del lago, mentre un altro è stato visto in prossimità del centro del lago stesso. Le immagini sono state scattate dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, in orbita a circa 220 miglia sopra la Terra. Sono stati fatti del calcoli progressivi dalla prima apparizione dei cerchi, in un periodo che va dal giorno 5 aprile 2009 al giorno 27 aprile 2009, quando il ghiaccio comincia a dividersi. “In tutto il mese di aprile i cerchi sono persistenti“, riferisce un portavoce NASA, “essi appaiono quando il ghiaccio incomincia a coprire le zone circostanti e scompaiono quando il ghiaccio si scioglie. L’aspetto e il modello suggeriscono che il ghiaccio è molto sottile“. La copertura del ghiaccio cambia repentinamente in questo periodo dell’anno, quando il lago russo si scioglie di ghiaccio e si congela durante la notte. Gli scienziati ritengono che uno schizzo d’acqua calda sia salito in superficie, creando poi la forma caratteristica del “cerchio”, ma sono perplessi per quanto concerne la fonte di calore. Alti flussi e attività idrotermali sono state osservate in altre parti del lago, ma uno dei cerchi è apparso in prossimità della punta meridionale, dove le acque sono più fredde, perchè relativamente profonde. Il lago Baikal è nella Rift Valley ed è il più grande (in volume) e più profondo (5.400 metri) lago d’acqua dolce del mondo. Il sito Patrimonio Mondiale è anche uno dei laghi più antichi del mondo, con un età compresa tra i 25 e 30 milioni di anni. I sedimenti si sono depositati sul fondo fino ad una profondità di 4,3 miglia. Il lago contiene rare foche e diverse specie di pesci che non si trovano in nessun altro lago della Terra.

RIFERIMENTO IN RETE:

http://www.silverland.info/crop-circles/crop-sulla-neve/

 http://www.silverland.info/crop-circles/crop-circles-1994/

3 Comments

  1. Bella l’idea dell’arte di cui puoi godere fino a quando la natura lo permette. Perche’ in fondo e’ questa l’arte. Qualcosa con cui riempire lo sguardo, per assaporarne il ricordo e le sensazioni quando non l’hai piu’ davanti.

  2. sono legata alla figura del “cerchio” e trovarne qui di bianco abitati riempie gli occhi
    grazie veevera per questa nuova “conoscenza”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.