Groundunderthirty – Veevera: Piccola primavera quotidiana

Anche se la  primavera non è ancora vicina, il clima, la metereologia, il verde e il paesaggio, l’impossibilità di viverlo in libertà, portano alla ribalta di un mondo lontano dalla natura e dallo stesso verde. E infatti quello del verde è un tema molto sentito dal mondo del design. Sulla grande scala corrisponde al progetto paesaggistico, alle grandi opere di disegno delle aree urbane ed extraurbane dove l’elemento vegetale è materia da costruzione come qualsiasi altra. Più gestibile nel quotidiano è il progetto di piccola scala, quello dei nostri interni domestici, dove quasi sempre è presente una pianta a ricordo di un legame ancestrale col verde che fa parte di un naturale corredo genetico. La designer venezuelana Jeanette Rodriguez, classe 1975, riflette da tempo proprio su queste presenze omeopatiche di verde nelle nostre esistenze. Dopo una serie di studi botanici e paesaggistici e una laurea in Eco-design a Barcellona, ha fondato il collettivo Clorofilas con base a Manchester che si dedica proprio alla riflessione di come e in quali dosi il verde entri a far parte delle nostre vite di tutti i giorni. I progetti Moss Gardens e Miniatures nascono proprio dall’idea che la presenza di un microcosmo verde da veder crescere sotto i nostri occhi può creare una piccola contaminazione vegetale nella vita quotidiana, insediandosi anche in collocazioni non convenzionali. Esattamente come fanno i muschi, piante tra le più resistenti e antiche del nostro patrimonio, ma anche molte specie di piante grasse, capaci di infiltrarsi negli interstizi di pietre, asfalto e plastica, donando natura laddove sembra presente solo l’artificio.

.
Ciò che inquieta me, in questo approccio, è la drastica riduzione del paesaggio alla grandezza di una tazzina da caffè, ad una teiera, facendomi ricordare cosa significa respirare, non espiare una colpa, quella di aver distrutto con selvaggia spietatezza ed efferatezza logica, milioni di metri quadrati di superficie paesaggistica a favore di cementificazioni e speculazioni edilizie, riducendo l’ampiezza della bellezza ad un tomo, un corpuscolo di ceramica dove,testarda, la natura continua a vivere e a darci benessere comunque.

Veevera

Riferimento in rete:

http://www.theclorofilas.blogspot.it/

http://theclorofilas.portfoliobox.net/

1 Comment

  1. le tue proposte portano il sole dentro
    mi piace guardare e leggere di questo progetto, offre nuove visioni e “indica un bisogno” che tu ben delinei, con criticità, nella parte finale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.