Anna Maria Farabbi :Ricordo di Paola Febbraro nell’anniversario della scomparsa

paolo ventura

Il pensiero e il sentire così intrecciati da essere unico filo: ecco.
la data di oggi segna il saluto di Paola Febbraro. La sua opera è presente come la sua presenza.
Invito a raccogliere e a leggere la sua poesia, ovunque sia.
Ancora rumino le sue Stellezze,da me curato con amorosa cura.

Anna Maria Farabbi


.

Da STELLEZZE  di Paola Febbraro  

ACQUAFORTE

donne
intente a cesellare paragoni a dividere le pietruzze dalla terra a scambiarle per conchiglie
a sentirci anche il mare

donne dentro tracce di perimetri scoscesi antri panorami
di civiltà passate eppure bombardate

e ci sono io che trascino lo sgabello vuoto
il guscio di lumaca

tutto quello che ora voglio
essere stata

.

paolo ventura

https://i0.wp.com/www.paoloventura.com/work/lautoma/PVentura-Rigattiere.jpg

.

Queste stanze che diventano locande
sono le mie poesie

le lascio con una leggerezza tale
da farmi godere

perché non si dice mai che si gode a sparire

Paola Febbraro

.

.

Paola Febbraro- STELLEZZE – Lietocolle Editore 2012

RIFERIMENTI IN RETE:

https://cartesensibili.wordpress.com/2012/02/12/trasmissioni-dal-faro-n-29-a-m-farabbi-paola-febbraro-stellezze/

https://cartesensibili.wordpress.com/2012/03/03/leggendo-stellezze-gianmario-lucini-su-paola-febbraro/

https://cartesensibili.wordpress.com/2011/12/23/vittoria-ravagli-a-proposito-di-donnamadredea-madre-una-lettera-di-paola-febbraro/

https://cartesensibili.wordpress.com/2010/01/09/trasmissioni-dal-faro-n-5-%E2%80%93-rubrica-a-m-farabbi-paola-febbraro-e-le-turbolenze-in-aria-chiara-empiria-edizioni-2008/

http://www.lietocolle.info/it/stellezze_di_paola_febbraro.html

http://www.lietocolle.info/it/stellezze_di_paola_febbraro_lettura_di_aky_vetere.html

http://golfedombre.blogspot.it/2012/02/paola-febbraro-stellezze.html

http://poesia.blog.rainews24.it/2012/02/11/stellezze-di-paola-febbraro/

http://poesiesenzapari.blogspot.it/2012/01/paola-febbraro.html

http://slowforward.files.wordpress.com/2008/05/paola-febbraro_il-manifesto_25-05-2008.pdf

http://www.globalstories.it/2012/02/06/stellezze-di-paola-febbraro/

http://www.cepollaro.it/poesiaitaliana/NotFebbrar.pdf

http://lapoesiaelospirito.wordpress.com/2008/05/23/e-mancata-paola-febbraro/

7 Comments

  1. perché siamo
    stati
    siamo gusci innescati
    siamo luce immersa
    nell’oscurità profonda
    della vita profani
    stiamo davanti
    corpo nel tempio
    tela e telaio
    dove sta solo
    l’abito dismesso

    Grazie.f

  2. Il mio pensiero a Paola, alle sue parole scritte, che tornano a girare nella mente, come dette da lei, ora. Vittoria

    “PETTINE
    si dovrebbe poter rimanere più a lungo senza
    sapere che fare

    far cadere la testa nel grembo
    lasciare che il ciclo si compia

    forse è questo il grande impedimento il male del secolo
    non poterci restare troppo a lungo
    senza sapere che fare”

    da “Stellezze” – Paola Febbraro – di Anna Maria Farabbi – ed. Lietocolle 2012

  3. Mi hanno affascinato queste liriche così profonde ma realizzate con pochi semplici strumenti stilistici,come i versi a gruppi di due,gli stacchi fra “microstrofa” e microstrofa,l’impianto retorico che sembra evocativo,il citare luoghi dove come in un laboratorio si costruiscono le proprie poesie.Mi dispiace di avere sempre pochissimo tempo per lasciare un commento,ma la semplicità apparente di questi versi,contemporaneamente l’efficacia di virtuale eloquio mi hanno veramente colpito.Ugo Berardi.

  4. La virtù di queste poesie di Paola, come di tutte le altre, è la capacità di riuscire a vibrare anche “con una corda sola”. Fanno musica e spandono vita, detto senza retorica, ma semplicemente, come semplice è la verità. Amo molto la scrittura di Paola, come molto ho stimato la sua personalità, il suo modo di voler bene, di stare stare al mondo. Sono orgogliosa di esserle stata amica e ora sono felice del riconoscimento che la biblioteca di Marciano ha reso al suo nome. Credo che le sue poesie cresceranno, nel tempo, “esisteranno” sempre di più e insegneranno a capire “cos’è” la poesia. Ne sono certa e me lo auguro, per la grandezza che contengono. Che è di pochi.

    Cristina Annino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.