GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA 2011-Amore dei contrarii

.

La più grande, la più lenta
luna da 29 anni
– e all’aurora un usignolo
disse un piccolo verso
di gioia all’aria nuova
invece tutto era pronto
scritto nel loro cielo
l’Ordine e il sacrificio
l’arcobaleno dei metalli
giù nel sangue dei ribelli
– i figli, i giovani sogni
non può accoglierli l’antica
madre, patrigna europa
la sua Storia è finita
e infinita la sua nostalgia
di un antichissimo sole
che più non canta le nozze
con l’aurora..
ah, senza sapere
senza potere, ripete
allo scoccare del secolo
il fuoco del Logos !
non è il mare, non è il legame
degli elementi e il suo spezzarsi
non è l’eros dei contrari, l’amore
la forza più forte ?
quanto vuoi far durare
la tua agonia, e la nostra ?
quanti eoni credi
di poter generare, signora
dai molti mariti ?
ogni volta non sappiamo
ogni volta “la risposta vola nel vento”
ogni volta non sappiamo se sarà
davvero l’ultima
– il mito della Fine
o un nuovo inizio
e stiamo, col cuore sospeso
attenti al verso
di un usignolo all’Aurora

Nicola Licciardello- 21 marzo 2011

2 Comments

  1. è tremendo e bello questo sguardo che taglia l’intorno e il dentro,del pensiero tocca i grani fatali e letali. Grazie Nicola. ferni

  2. Letta e riletta e letta ancora una volta questa poesia,complessa. Un testo che trasporta pesi molto grossi,li porta sulle spalle delle parole che sono atlanti. Mito, storia, sembrano essere il ventre dell’umana transizione.
    Sergio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.