Ancora una volta le onde

andro-me-da

ripartono da zero

riportano la storia all’inizio

srotolano la molla dell’ingegnosa spirale

dal buio di quell’attimo che nessuno ha visto

là dentro l’orbita nell’occhio ancora chiuso

azzurro il ricordo se ne stava cieco

muto dentro il cielo

una cometa con la coda accesa

tutte le storie fino a qui bruciate.

Solo notte e paura

per calarci dal ventre

umido della madre

sigillati nella pancia del cosmo

un’altra madre

giardino mare eden del tempo che semina

le età dell’essere

in luci di stelle e pianeti orbitanti

galassie nebulose

abiti da forgiare segno di innumerevoli soli

noi filo della notte.

Dentro

questo oscuro

mistero abbracciato alla vigilia

ogni altro nato

muove i suoi natali

come passi nel cerchio dei viventi.

Da qui

ancora una volta le onde

f.f.

Z.Beksinski.

Again once more the waves

leave from the the rock bottom

report the story from its very beginning

unroll the spring of the clever winding

from the darkness of that instant nobody saw

right there inside the orb, in the eye still closed

ultramarine the recollection stayed blind

dumb into the sky

a comet with its tail alight

all the stories burnt till now.

Only night and fear

to let us down from mother’ s

dewy womb

in the cosmic belly sealed

another mother

garden sea eden of the time seeding

the ages of being

in the lights of stars and orbiting planets

bleary galaxies

clothes to be moulded as signs of countless suns

we , the night thread.

Inside

this dark

mystery cuddled up to the eve

every other born soul

takes his steps

in the circle of the living.

From here

the waves again once more.

Translated by dmk

7 Comments

  1. ricordavo questa poesia e la sua forza evocativa.
    Ogni volta una nuova visione, una breve percezione, inafferrabile.
    poesia incantevole
    in più, oltre alla traduzione di Daniela, c’era un’altra molto bella
    se ti fa piacere (e non l’hai salvata) te la invio volentieri

    ciao, elina

  2. Non solo l’evento di un giorno chiuso nell’ambito ristretto della vita di ciascuno, ma il cosmo nella sua interezza. Bellissimo testo. Letto e salvato,per rileggerlo ancora.Grazie.Giacomo

    1. GRAZIE! You are a new personal memory card!
      Scherzo, grazie della ricerca e per averlo scritto qui, a disposizione di chi legge.ferni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.